Natale in cucina

Qualche piccolo suggerimento per chi deve apparecchiare in cucina a Natale

 

tavola di Natale
Natale in cucina

Nella maggior parte dei giornali viene dedicato molto spazio al modo migliore di apparecchiare la tavola il giorno di Natale nell'ambiente più bello della casa. Tovaglie natalizie raffinate, vasellame ricercato, accessori preziosi ...
In pochi però presentano idee per l'angolo più modesto che è invece la cucina. Eppure tanti, per i più diversi motivi, sono obbligati ad allestire la festa in questo locale. Quest'anno cerchiamo di aiutare queste persone offrendo qualche idea simpatica e riciclando, in modo diverso, i centrotavola utilizzati nel passato per apparecchiature più importanti.
Ma l'idea vincente è sicuramente la tovaglia natalizia!

Incominciamo con una serie di consigli pratici.

La prima cosa da sottolineare è che, se si usa lo stesso locale per cucinare e mangiare, bisogna essere molto ordinati. Non si può pensare di apparecchiare bene e poi di mangiare con una pila di pentole sporche che occhieggiano dal lavandino o con resti di cibo sparsi qua e là. L'occasione è molto particolare anche se non abbiamo ospiti. Quindi la regola numero uno è: organizzarsi. Pensare ad una lista di pietanze da preparare con anticipo ed eventualmente solo da scaldare (magari in forno); lasciare pochissime cose da preparare all'ultimo momento (magari solo la pasta da cuocere); predisporre un piano di appoggio in più in cui mettere le varie pietanze, le pile di piatti da usare, eventuali posate o bicchieri da cambiare, bottiglie di acqua e di vino; pensare a dove impilare i piatti usati perchè non diano fastidio.
Con un po' di sforzo organizzativo anche la cucina può diventare un ambiente caldo e accogliente.

Ed ora passiamo al modo di apparecchiare. Abbiamo ideato tre tavole giocando su tovaglie un po' diverse e comunque sempre sulla tradizione. Secondo noi apparecchiare in cucina significa puntare su giochi di colore. Per cui abbiamo scelto delle stoffe con disegni minuti ma molto colorate. Sono tessuti che purtroppo non hanno un'eccessiva altezza per cui li abbiamo utilizzati in modo molto diverso. Nel primo caso abbiamo aggiunto al rettangolo iniziale un bordo piuttosto alto in tinta unita; sul punto di unione abbiamo applicato un bel pizzo dorato el il gioco è fatto! Nel secondo caso abbiamo ottenuto un quadrato bordato sempre di pizzo dorato che viene poggiato diagonalmente su un'altra tovaglia in tinta unita.

Le tavole che abbiamo ottenuto sono molto diverse a seconda delle varie esigenze. Se avete dei bambini e non potete utilizzare bicchieri o piatti del servizio,

vi proponiamo una tavola coloratissima. Nella foto potete vedere i particolari compreso il centrotavola; trovate la sua descrizione nella pagina dedicata all'oro sulla tavola di Natale e come potete notare l'effetto cambia a seconda dell'insieme. Ma il centrotavola può anche essere semplicemente un'alzatina con delle palline colorate o un omino della neve o un Babbo Natale. L'importante è il colore e il loro giusto abbinamento. I piatti sono arancioni, i bicchieri di vetro colorato, le posate gialle e tutti questi accessori richiamano colori di base della tovaglia. Quindi il segreto è scegliere un tessuto che possa andare bene con i servizi che avete in mente di usare il giorno di Natale.

 

La stessa tovaglia viene utilizzata in una seconda versione in cui compaiono piatti e bicchieri più classici e per rispettare la maggiore sobrietà il centrotavola si adegua: una bacinella con delle candeline natalizie galleggianti circondata da un nastro dorato. A volte basta pochissimo per impreziosire la tavola.

 
Nel terzo caso viene accentuata l'eleganza. Al giorno d'oggi esistono cucine molto lussuose e allora bisogna adeguarsi. Abbiamo usato una tovaglia bianca in

cui spicca in modo particolare il quadrato tipicamente natalizio. Piatti di porcellana bianca, posate classiche e bicchieri di cristallo completano il tutto. Ma il pezzo forte è il centrotavola. Abbiamo rivisitato nei toni del bianco quello che abbiamo già utlizzato in un'apparecchiatura di genere molto diverso. In questo caso abbiamo giocato sul tutto bianco natalizio: dal cestino fatto di cristalli e palline dorate, alle palline di bambagia e filo dorato alle rose di seta bianca col bordo dorato.

Tutti questi esempi parlano chiaro: si può apparecchiare bene e in modo invitante anche in cucina.

Condividi questa pagina con i tuoi amici!!!

natale in cucina

Vota questo articolo!

Voto medio: 5 / numero di voti: 1

 
blog comments powered by Disqus