Pupazzo di neve

Pupazzo di pezza realizzato con ovatta poliestere e vecchi vestiti

Armatevi di pazienza. Ci vuole un po' di tempo per realizzare questo pupazzo di neve ma esposto in una vetrina di un negozio di giocattoli, in una scuola o in un angolo della vostra casa farà felici i bambini. L'unico consiglio è di riflettere bene sull'opportunità di farlo quando i bambini sono troppo piccoli; si tratta comunque di una realizzazione artigianale e occhi, naso e bocca possono essere facilmente staccati. Farsi aiutare dai più grandicelli invece è tutta un'altra cosa.

pupazzo di neve con vecchi vestiti
zoom »
Omino di neve

Materiale occorrente

  • - Ovatta sintetica in pezza (cm 150 x 200)
  • - Sacchi dell'immondizia chiari: uno grande e uno piccolo
  • - Quotidiani vecchi oppure trucioli di polistirolo
  • - Vecchi capi di abbigliamento
  • - Una carota, un peperoncino e due bacche sintetiche
  • - Nastro adesivo
  • - Spago
  • - Forbici
  • - Vinavil

pdf
(89 download)

Come fare un pupazzo di neve con materiali di recupero per le feste di Natale

Questo pupazzo di neve è una decorazione natalizia che può andare bene anche per la cameretta dei bambini per l'inverno. Non è costoso. In pratica bisogna comperare solo l'ovatta per rivestirlo ed è una spesa molto contenuta.

  • - Prima di tutto decidete le dimensioni a seconda del posto in cui volete mettere il vostro pupazzo di neve.
    Quello che vedete nella foto ha una testa di 84 centimetri di diametro e il corpo di 145 centimetri di diametro.
    Le stesse dimensioni le ottenete facilmente utilizzando un sacco dell'immondizia di cm 70x110 per il corpo e uno di cm 28x56 per la testa.
    L'importante è che i sacchi non siano scuri altrimenti il colore traspare attraverso l'ovatta.
  • - In secondo luogo dovete riempire i sacchetti parzialmente di fogli di quotidiani vecchi appallottolati o di trucioli di polistirolo.
    Cercate già in questa fase di dare la forma.
    Chiudete bene il sacco della testa con il nastro adesivo.
  • - Ritagliate ora dall'ovatta acquistata in metri un rettangolo di cm 130x90.
    Controllate le dimensioni prima di tagliare; potreste avere bisogno di misure diverse.
    Il rettangolo è sovrabbondante per la testa ma c'è un motivo preciso.
  • - Avvolgete la testa al centro del rettangolo e incollate i lembi, solo all'altezza della testa, con il Vinavil.
    Lasciate liberi gli altri.
  • - A questo punto chiudete strettamente alle due estremità la testa con lo spago.
    Dovete ottenere una caramella.
    Ripiegate un'estremità intorno alla testa e inserite l'altra profondamente nel sacco del corpo che è ancora aperto.
  • - Chiudete il sacco del corpo aiutandovi con lo spago e il nastro adesivo e facendo in modo che la testa sia ben fissata.
  • - La fase successiva è ricoprire con l'ovatta sintetica il sacco del corpo.
    Prendete qualche misura prima di tagliare l'ovatta.
    Dovete ricavare un grosso rettangolo (il nostro aveva queste dimensioni: cm 70x145).
    Avvolgetelo intorno al sacco del corpo e incominciate ad incollare le due estremità.
    Quando sono asciutte piegate l'ovatta intorno alla base della testa.
    Le pieghe potrebbero essere numerose e vanno tutte incollate.
    Questa fase richiede la maggiore pazienza e va fatta in più tempi.
  • - Ritagliate l'ovatta che è ripiegata sopra la testa in modo da simulare dei capelli.
  • - Guardate la foto per maggiori particolari.
  • - Mettete intorno al corpo del pupazzo un vecchio golfino e abbottonatelo.
  • - Riempite le braccia con ritagli o rettangoli arrotolati di ovatta.
    Ripiegate l'estremità delle maniche e fatene uscire un pezzetto in modo da simulare le mani.
  • - Incollate il peperoncino a livello della bocca.
  • - Ritagliate un foro rotondo all'altezza del naso e inserite la carota in profondità.
  • - Aiutandovi con degli stecchini o dei pezzettini di metallo inserite le due bacche al posto degli occhi che devono essere parzialmente coperti dai capelli.
  • - Piazzate sulla testa un vecchio cappello e intorno al “collo” una sciarpa.
  • - Mescolate pure i colori.
    Se volete potete arricchire le decorazioni con quanto vi suggerisce la vostra fantasia.