Angeli fatti a mano

Concerto per coro ed orchestra: protagonisti tanti piccoli angioletti fai da te

Angioletti fatti a mano a partire dai portauova tradizionali di cartone. Semplici da fare ed economici. Nell'elenco dei materiali ho riportato fedelmente ciò che ho usato. I prodotti li trovate in tanti negozi per il fai da te ma potete sostituirli con altro. Se volete spendere ancora di meno pensate ad un solo colore acrilico e ad un solo tipo di carta voile. Gli scovolini si trovano anche nelle normali tabaccherie.

Piccoli angeli fatti a mano a partire da portauova di cartone. Insieme formano un coro e un'orchestra
zoom »
Angioletti fatti a mano a basso costo

Materiale occorrente

  • - Portauova di cartone
  • - Gesso liquido (La Stamperia)
  • - Colori acrilici (La Stamperia)
  • - Carta voile (La Stamperia) o comunque carta colorata molto leggera
  • - Palline di ovatta con foro (Rayher)
  • - Scovolini (La Stamperia)
  • - Carta bianca normale
  • - Lana - qualche filo colorato
  • - Forbici
  • - Penna
  • - Colla per decoupage
  • - Pennelli
  • - Rifiniture varie

pdf
(256 download)

Come fare angeli fai da te per decorazioni natalizie

  • - Cominciate con il tagliare i portauova.
    Arrotondate tutti gli spigoli e livellateli.
    Sicuramente rimarranno delle aperture laterali. Non preoccupatevi, saranno coperte successivamente.
    Lasciatene alcuni da soli e sovrapponete altri a due a due.
    Tagliate dei pezzetti di scovolino e infilateli sulle pareti laterali: saranno le braccia.
    Ripiegateli leggermente sull'interno e fissateli con la colla. Mettetele già in posizione.
  • - Procedete con la stesura del gesso in modo uniforme.
    Il gesso rende la superficie liscia e facile da colorare successivamente.
    Non passate il gesso sugli scovolini (braccia). Fate asciugare bene.
  • - Stendete poi il colore o i colori che avete scelto.
    Come potete vedere nella foto, negli angeli formati dalla sovrapposizione di due portauova è stato colorato uno solo dei due.
    Fate asciugare bene.
    Procedete ad una seconda mano se la prima non vi soddisfa.
  • - A questo punto dovete completare il vestito.
    Tagliate dei pezzi di carta voile piuttosto lunghi e alti quanto le fessure laterali.
    Ripiegateli ripetutamente e fissateli sull'interno delle spaccature con un velo di colla.
    Sembreranno le sottane che sporgono da sotto le tuniche.
    Combinate i colori in modo da creare dei contrasti.
    Con la stessa carta avvolgete le braccia più volte fissandola all'attaccatura delle braccia con della colla.
  • - Inserite profondamente un pezzetto di scovolino sulla sommità del portauovo.
    All'altra estremità inserite una pallina di feltro su cui avrete disegnato bocca ed occhi dell'angioletto.
    Lasciate libero il collo.
  • - Tagliate la carta voile. Una lunga striscia della stessa altezza del collo.
    Pieghettatela. Passate un pò di colla sulla parte inferiore della pallina e disponete la carta intorno al collo fissandola in più punti sulla pallina.
  • - Completate la faccina con i capelli.
    Tagliate tanti pezzetti di lana della stessa lunghezza.
    Legateli con una striscia molto stretta e lunga sempre di carta voile.
    Passate la colla sulla superficie superiore della testa e incollate una estremità allargandola sulla testa stessa.
  • - Passate ora alle ali.
    Ritagliatele da un foglio di carta normale.
    Strappate la carta voile in tanti pezzetti.
    Spennellate un velo di colla su una superficie.
    Incollate i vari pezzetti di carta voile sovrapponendoli.
    Passate all'altra superficie. Incollate le ali sulla schiena.
  • - L'angioletto a questo punto potrebbe essere finito!
    Io ho voluto creare una scenetta.
    Ho messo in mano a qualcuno degli strumenti musicali.
    Si trovano facilmente e a poco prezzo nei negozi che vendono i prodotti per lo scrapbooking (cartolerie e fai da te).
    Altri angioletti hanno in mano lo spartito.
    Basta ricreare i righi musicali abbozzando qualche nota.
    E questi sono in fila. Semplicemente non ho tagliato del tutto i portauova.
    Un angioletto più alto degli altri fa il direttore d'orchestra.
    Gli ho lasciato semplicemente un braccio più lungo.
    Il tocco finale.
    Rovesciate un vassoio delle paste, rivestitelo di carta adesiva blu, incollate qualche stellina e simulate le nuvole con del cotone idrofilo.
    Per una scenetta più vera: muovete un po' le testine come vedete nella fotografia.
    Osservate attentamente le varie foto per maggiori dettagli.
  • - Un suggerimento: fate lavorare i bambini, saranno contentissimi e scopriranno con voi il piacere di aspettare Natale e creare la giusta atmosfera natalizia.
  • - Potete usare questi angioletti come decorazione natalizia per un mobile creando una scenetta come quella che vi proponiamo oppure come segnaposti natalizi (basta un cartellino con il nome tra le mani o scrivere direttamente il nome sulle ali) oppure come centrotavola se sono in gruppo o ancora come ornamenti per l'albero di Natale o per la ghirlanda del portone di casa.
  • - Altra idea: perchè non li trasformate nella vostra carta del menu? Ognuno porterà un cartellino con il nome del piatto e tutti insieme nel centro della tavola di Natale saranno il vostro nuovo, originale menu-centrotavola.

Ed ecco alcuni dettagli!

Particolare degli angeli fatti a mano. Un angelo suona il violino e il secondo la batteria. Entrambi gli strumenti sono piatti e adesivi. Incollati sul corpo hanno però un effetto diverso. Notate i particolari delle note musicali inserite nella confezione degli strumenti che impreziosiscono i vestiti.

Dettaglio degli angioletti che suonano strumenti a corde, il basso e la chitarra. Si notano in particolare i capelli legati dal nastrino fatto con la carta voile (o velina) che richiama uno dei colori dei vestiti. Anche gli angioletti suonatori cantano insieme al coro.

Ed ecco il coro. Tre angioletti tutti insieme in quanto il portauova non è stato tagliato. Le teste inclinate movimentano la scenetta. L'angelo centrale regge il microfono. Anch'esso incluso nella confezione di strumenti.

In un concerto non può mancare il direttore d'orchestra. Più serio, lui non canta. Dirige ad occhi chiusi ed anche l'abbigliamento è più severo, meno giocoso.
Date libero sfogo alla vostra fantasia e a quella dei vostri bambini per una decorazione natalizia veramente unica!