Il Presepe: La Sacra Famiglia

Presepe fai da te realizzato con la tecnica della lana infeltrita

Il presepe di questa pagina ha due particolarità: i personaggi sono realizzati con la tecnica della lana infeltrita e l'allestimento mostra la Sacra Famiglia poco prima che la notizia della nascita si diffonda. Un quadretto di vita familiare molto intimo in cui si inserisce un solo pastorello che sta aiutando San Giuseppe ad accendere il fuoco mentre la Madonna stringe al petto Gesù Bambino.

iil presepe con i personaggi realizzati con la tecnica della lana infeltrita
zoom »
Il presepe con personaggi realizzati a mano (tecnica della lana infeltrita)

Materiale occorrente

  • - Lana da infeltrire in diversi colori
  • - Aghi per infeltrire la lana
  • - Corteccia in pezzi
  • - Rametti più o meno spessi
  • - Fogli di sughero o cartoncino ricoperto di paglia
  • - Paglia
  • - Carta roccia
  • - Muschio di due colori
  • - Piantine vere
  • - Panno blu
  • - Brillantini iridescenti
  • - Cascatella con acqua corrente
  • - Pecorelle
  • - Stella tridimensionale
  • - Lucine a basso voltaggio per il fuoco, più quelle da inserire nella stella e in più un lume per la stalla
  • - Pistola a caldo
  • - Colla liquida o spray

pdf
(131 download)

Questo presepe vuole essere uno spunto, un'idea per realizzare qualche cosa di diverso.
La sua particolarità sta nell'aver tentato di cogliere un momento della vita quotidiana di una coppia che ha appena avuto un figlio in condizioni del tutto inusuali.
Provate ad immaginare ...

Giuseppe e Maria sono stanchi per il viaggio e per aver bussato invano a tante porte. Tutti gli alberghi sono pieni e in più Maria comincia a star male. Sente le prime trafitture. Il parto è vicino.
Bisogna al più presto trovare un rifugio. Betlemme è alle spalle. Le lanterne sono dei puntini luminosi in distanza. Il silenzio li avvolge, rotto da qualche belato di pecora. Scende la sera.
Alla fine la fortuna sembra girare. C'è una stalla. Paglia fresca, pulita, appena messa. C'è anche una cascatella di acqua.
Giuseppe non si perde d'animo. Sa accendere un fuoco. Si improvvisa infermiere, consolatore, uomo tuttofare.
È lui che aiuta Maria a partorire.
E tutti e due, alla fine, guardano con amore quel bimbo e lo stringono a sè.
Ma è un attimo.
"Coraggio c'è ancora da fare. Avrò tempo poi per contemplare questa creaturina. Bisogna proteggerla e proteggere Maria" - pensa tra sè Giuseppe.
Bisogna procurarsi da mangiare, curare il fuoco.
E intanto non si accorge che qualche cosa di straordinario sta succedendo intorno a loro.
Il cielo si è abbassato come per rendere omaggio a quel Bambinello.
Angioletti sono sul tetto della stalla. Ma sono così piccoli ed eterei da passare inosservati.
Una luce si fa strada all'orizzonte, un faro che si alza nella notte.
La vede un pastorello che fatica a prendere sonno per la stanchezza. Si incuriosisce. Si alza e sente un vagito ... e così scopre quella famigliola, senza provviste e con un bimbo così piccolo.
"Sembra appena nato" - mormora
Ritorna all'accampamento. Che cosa può dividere con loro? Ma certo! Ha delle uova. Una padella. Un po' di pane. Una crosta di formaggio anche.
E così, timidamente, si presenta a quel signore che è accovacciato vicino al fuoco. Gli tende la padella e gli fa vedere le uova e quel poco che ha.
Divideranno tutto in pace e tranquillità.
È il messaggio di quella notte incantanta. Condivisione, solidarietà e amore.
Buon Natale a tutti!

Come fare i personaggi del presepe con la tecnica della lana infeltrita

  • - Da queste riflessioni è nata l'idea di costruire questo presepe un po' diverso dal solito con pochi personaggi ma curato nell'ambientazione.
    Non serve una descrizione accurata di tutto a chi ama fare il presepe con le proprie mani. Vi do solo le istruzioni di base e un consiglio.
    Se avete dei bambini cominciate a cercare informazioni sulla cittadina di Betlemme, gli usi e i costumi della popolazione in quell'epoca.
    Una ricerca storica che farà bene a voi e ai vostri bambini. Vi farà passare più tempo insieme e vi farà entrare nella vera atmosfera natalizia.
  • - La struttura della stalla è molto semplice.
    In tutti i negozi che vendono gli elementi per il presepe troverete facilmente dei sottili fogli di sughero o del cartoncino ricoperto di paglia.
    Saranno le pareti e il tetto della stalla.
    Li rinforzerete con i rametti come vedete nella foto e completerete il tetto con i pezzi di corteccia.
    Per montare il tutto utilizzate la pistola a caldo.
    Con la corteccia potete anche costruire delle casettine da mettere in lontananza.
    Più dettagli li potete leggere ne "Il presepe fai da te"
  • - La scenografia.
    Realizzatela come volete ma tenete presente che Betlemme è abbastanza alta sul livello del mare e quindi qualche montagnola e sentiero scosceso è consentito.
    Ci sta bene anche una cascatella o qualche laghetto.
    Io preferisco le piantine vere ma vanno inserite in piattini per poterle bagnare durante tutto il periodo in cui il presepe sarà esposto.
    Accertatevi sempre di non fare danni con l'acqua.
  • - La stella tridimensionale.
    Io l'ho trovata in un negozio.
    In questi ultimi anni è facile trovare questi ornamenti natalizi fatti di pizzo inamidato.
    Dentro ho infilato un filo di lucine led alimentate a batteria.
    E la batteria l'ho nascosta in una delle casette messe in lontananza.
    La stella va poi appesa sul cielo con una spilla.
  • - Il cielo.
    Facilissimo da fare.
    Procuratevi un grande rettangolo di panno blu notte.
    Disegnate delle sagome di stelle più o meno grandi, passate della colla e spruzzatele con i brillantini iridescenti.
    Appendetelo poi sopra il presepio prima di montarlo lasciandolo morbido come vedete nella fotografia.
    Basta agganciarlo con del filo scuro e sottile in più punti.
  • - I personaggi.
    Ho realizzato la Madonna, San Giuseppe, Gesù Bambino, il pastorello e gli angioletti con la tecnica della lana infeltrita.
    A breve condivideremo un video con un corso base.
    Nel frattempo potete vedere i particolari nelle singole fotografie.
  • - Grazie mille a mio marito per la sua paziente collaborazione e i suoi preziosi consigli :))