Paella

Ricetta tradizionale spagnola tradizionale

La paella è un piatto molto gustoso della tradizione spagnola. Vi presento la ricetta che mi ha suggerito una signora spagnola, sperimentata molto spesso e che i nostri amici mi chiedono perchè buonissima.

paellera con paella guarnita di vongole e cozze
zoom »
Paella

Ingredienti / Dosi per 8

  • Petto di pollo - 300 g
  • Lonza di maiale - 300 g
  • Cosce di coniglio - 500 g
  • Calamari - 400 g
  • Gamberi precotti - 500 g
  • Vongole - 1 kg
  • Cozze - 1 kg
  • Piselli - 300 g
  • Fagiolini - 300 g
  • Peperoni rossi - 1 grosso (300 g)
  • Funghi champignon - 200 g
  • Polpa di pomodoro - 300 g
  • Cipollotti freschi - 100 g
  • Prezzemolo fresco - 1 ciuffo
  • Erba cipollina fresca - 1 ciuffo
  • Paprika - 2 cucchiai
  • Zafferano - 2 bustine
  • Riso a grana lunga parboiled - 600 g
  • Brodo vegetale - 1,8 l
  • Olio extravergine d'oliva - 6 cucchiai
  • Sale
  • Difficoltà:
    media difficoltà
  • Tempi:
    preparazione: 60 minuti
    più il tempo di pulitura dei molluschi
    cottura: circa 50 minuti
    totale: 1 ora 50 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 597 (kcal) 30 % GDA (*) - 2496 (kJ)
    Proteine: 48,8 (g) 98 % GDA
    Grassi: 15,1 (g) 22 % GDA
    Carboidrati totali: 70,8 (g) 27 % GDA
    di cui zuccheri: 7,4 (g) 9 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (228 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta paella

Preparazione e cottura

  • - Preparate cozze e vongole.
    Lavate accuratamente le cozze.
    Lasciate le vongole in acqua salata per qualche ora.
    Fate poi aprire entrambi i molluschi in una larga padella a fiamma viva e con il coperchio. Io lo faccio separatamente.
    Filtrate il liquido che avranno espulso e rimuovetele dai gusci.
    Conservate a parte il liquido e i molluschi.
    Ricordatevi di lasciare qualche vongola e cozza nel guscio come guarnizione finale del piatto.
  • - Preparate le verdure.
    Sgranate i piselli se sono freschi.
    Mondate i fagiolini, lavateli, e riduceteli a pezzetti.
    Pulite i funghi e passateli con uno straccio senza lavarli sotto l'acqua corrente; tagliateli a fettine.
    Mondate, lavate il peperone e tagliatelo a pezzetti.
    Pulite i cipollotti e tritateli.
    Lavate e tritate il prezzemolo e l'erba cipollna.
  • - Preparate il resto degli ingredienti.
    Togliete il guscio ai gamberi ed eliminate il filo nero dorsale che ha un sapore sgradevole.
    Tagliate a striscette la carne di pollo, di lonza e di coniglio.
    Pulite i calamari e tagliateli a strisce.
  • - La prima parte della cottura.
    Nell'apposita pentola (la paellera) o comunque in una pentola larga e poco profonda versate l'olio e la carne e fate soffriggere su fiamma vivace mescolando di frequente.
    Rimuovetela con la schiumarola e mettetela da parte.
    Aggiungere a questo punto la cipolla, abbassate la fiamma e fatela rosolare, mescolando di tanto in tanto.
    Unite poi il peperone, i fagiolini e i piselli e continuate a soffriggere, sempre mescolando di tanto in tanto.
    Quando anche le verdure avranno preso sapore, unite i calamari e mescolate.
    Lasciate insaporire ancora qualche minuto e poi incorporate la salsa di pomodoro.
    Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per 5 minuti circa a pentola semicoperta.
  • - Nel frattempo ...
    ... preparate il brodo vegetale, più abbondante rispetto alla dose segnalata perché, se la base della paella si asciuga troppo e ha bisogno di un po' di acqua durante questa prima fase della cottura, è meglio aggiungere del brodo caldo. Ricordatevi di unire anche il liquido di cozze e vongole.
  • - La fase finale.
    Terminata la cottura preliminare, versate nella padella metà del brodo bollente (in cui avrete sciolto lo zafferano e la paprika), i funghi e il riso.
    Mescolate accuratamente e cuocete a fiamma media per circa 10 minuti, evitando da questo momento di mescolare troppo. Aggiungete il resto del brodo gradualmente, quando necessario.
    Abbassate poi ancora la fiamma e cuocere per altri 6-8 minuti, rispettando i tempi di cottura indicati sulla confezione.
    Controllate il sale.
    Un minuto prima della fine della cottura aggiungete la carne, le vongole, i gamberi, le cozze, l'erba cipollina e il prezzemolo. Mescolate.
    La paella deve risultare ben asciutta con i chicchi di riso ben staccati.

A tavola

  • - Spegnete il fornello, guarnite la superficie con le cozze e le vongole nel guscio, lasciate riposare qualche minuto e portate in tavola direttamente nella pentola.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Tra gli ingredienti non dovrebbe mancare l'aglio (a chi piace) da far soffriggere, tritato, nell'olio con la cipolla. Io l'ho eliminato perché la paella è un piatto che richiede numerosi ospiti e non a tutti è gradito questo bulbo.
  • - Sempre a proposito di ingredienti ho già detto che questi possono anche essere modificati. Per esempio c'è chi aggiunge anche una piccola anguilla al pesce, o chi preferisce altri tipi di carne o chi aggiunge più legumi o unisce i carciofi. Il suggerimento giusto è quello di riferirsi ai prodotti stagionali. Per le dosi attenersi a circa: 40 g a persona di carne e verdura e un quantitativo leggermente superiore di pesce.
  • - Si può far ricorso a piselli (o anche a fave) in scatola da scolare dal liquido di conservazione e aggiungere nella padella insieme al riso.
  • - Le dosi della ricetta richiedono una paellera di grosse dimensioni; se utilizzate quelle che si trovano normalmente in commercio è bene dimezzare le dosi e magari distribuire gli ingredienti in due pentole se avete tanti ospiti.

Idea menu

  • - La paella è chiaramente un piatto unico a cui è difficile abbinare altro in un menu per un'occasione speciale. Io in genere preparo una serie di stuzzichini iniziali e poi la servo come piatto finale. Chiudocon undolce semplice.
  • - La tradizione vuole che, una volta in tavola, sulla paellera venga posto un piattino capovolto su cui disporre un altro piatto con insalata, cipollotti e pomodori conditi con olio, sale e aceto. Ognuno si serve della paella prelevandola dal bordo e di un po' di insalata mista. Quando tutto il riso è finito, si toglie il piattino centrale e ci si serve della parte centrale che è rimasta al caldo.

Note di alimentazione

  • - Ho calcolato le calorie della paella più che altro per curiosità. Essendo un piatto della festa e per occasioni particolari non è il caso di pensare a diete a meno che non si abbia qualche problema dismetabolico serio.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Paella " ?

La sangria è la scelta migliore ma potete scegliere anche un vino rosso profumato.

Un po' di storia

La paella è un antico piatto nato nel Levante dalla Spagna, molto rustico. L'ingrediente base è il riso colorato con lo zafferano e la paprika e mischiato a quanto la stagione offriva come carne, pesce, verdure e funghi. A proposito di funghi ... io in genere scelgo gli champignon perchè sono internazionali, coltivati e conosciuti in tutto il mondo e secondo me ideali per la paella già ricca di ingredienti. È questo il motivo per cui della paella si trovano moltissime versioni con gli ingredienti più diversi.