Loretta Sebastiani

By: Loretta Sebastiani
     

Galateo a tavola

Gli errori a tavola più comuni

Tante sono le domande che mi fate sul corretto comportamento a tavola. Si può toccare il cibo con le mani? è corretto dire buon appettito prima di mangiare? e cin cin? come si dispongono le posate quano si finisce di mangiare? e gli stuzzicadenti? Ho cercato di riassumere i più importanti consigli, quelli che ritengo utili per non fare mai brutte figure, in questa pagina. L'ho fatto in un modo un po' ironico, per sorridere sulle "cattive maniere" che spesso per emulazione ciascuno di noi adotta senza pensare alle conseguenze ;)

Cosa dice il galateo

  • - Anche a tavola e soprattutto a tavola bisogna guardarsi intorno e capire che non siamo soli. Il rispetto degli altri prima di tutto.
  • - Cose da non fare mai a tavola: fumare e parlare al telefono.
  • - A tavola bisogna controllare i propri movimenti e il tono della voce per non infastidire gli altri.
  • - I bambini non sono liberi di fare quello che vogliono.
  • - La tavola è apparecchiata in modo logico e con logica dovete usare tutto quello che è a vostra disposizione. Se non trovate qualche cosa a cui siete abituati, i famigerati stuzzicadenti tanto per fare un esempio, evitate di chiederli. È meglio ;))


(1 download)

Mettiamo insieme galateo e buon senso

  • - Fumo
    Come sapete esiste una legge che proibisce di fumare nei locali pubblici a meno che non siate nella zona riservata ai fumatori.
    È comunque sempre scorretto fumare a tavola, anche nelle case private, soprattutto mentre gli altri stanno ancora mangiando. Spesso dà fastidio agli stessi fumatori. Almeno chiedete o guardatevi intorno prima di accendere la sigaretta.
  • - Telefonino
    Questo oggetto del desiderio dovrebbe sparire a tavola nel vero senso della parola e dovrebbe essere spento come a teatro, al cinema, in chiesa o in una sala per una conferenza.
    Soprattutto a tavola si divide con gli altri il piacere della compagnia e del cibo gustato insieme.
    Farsi raggiungere dalla telefonata significa lanciare un messaggio chiaro: per me venite sempre dopo chi mi cerca al telefono.
    Immaginate cosa potrebbe pensare di voi la persona che avete invitato perché in quel momento esercita su di voi un grosso fascino. Vi assicuro che ho visto questi comportamenti scorretti anche nella serata di S. Valentino con conseguenti musi lunghi.
    Senza parlare poi della mania dei messaggini. È terribile vedere chi, a tavola, ogni tanto allunga l'occhio sul cellulare posto strategicamente sulla tavola per vedere se ci sono SMS in arrivo.
    Fanno eccezioni le situazioni gravi in cui è necessario essere reperibili. In questo caso si aggiusta tutto all'inizio chiedendo scusa in anticipo per la possibilità di essere raggiunti da qualche telefonata.
  • - Piedi
    Vanno sempre sotto la propria sedia.
    Non potete allungare le gambe e stravaccarvi assumendo la posa più comoda.
    In genere non si è soli a tavola ;))
  • - Mani
    Il cibo non si tocca mai con le mani a meno che non si tratti di pane e frutta.
    In certi ambienti poi è vietato mangiare la frutta con le mani e in questi casi è indispensabile imparare ad usare coltello e forchetta adatti per sbucciarla, tagliarla e portarla alla bocca.
    Mi raccomando: la mano circonda completamente il bicchiere o il calice. Bruttissimo vedere dita sollevate al vento!
    Ancora peggio vedere mani che sventolano e passano sotto al naso dei vicini ... ma non vanno neanche "nascoste" in grembo! Lasciamo agli inglesi questa regola ^_-
  • - Gomiti
    I gomiti non possono "prendere il volo" come volete. I vostri vicini cosa direbbero?
    Non si mangia quindi con i gomiti sul tavolo perché togliete spazio agli altri e tanto meno si alzano per portare il cibo in bocca.
  • - La voce
    Controllate il tono della voce. Strillare non è buona cosa.
    Oltre a dare fastidio provocate lo stesso comportamento nei tavoli vicini e alla fine si è in pieno mercato.
    Bruttissima abitudine di noi italiani che ci fa riconoscere anche all'estero.
  • - I bambini
    I bambini vanno tenuti sotto controllo sia a casa quando ci sono parenti o siete ospiti sia a maggior ragione in un locale pubblico.
    Ho visto scene apocalittiche in questi ultimi tempi.
    Bambini piccoli che spalmano le fette di torta sulla tovaglia.
    Bambini liberi di giocare zigzagando tra i tavoli e spingendo gli altri incuranti di quanto stanno facendo.
    Urlatori a piena gola.
    Liberi di mettere le mani dappertutto compresi i piatti di chi non li conosce.
    E i genitori? niente, spesso non si muove foglia.
    Ricordiamoci che quando andiamo al ristorante il momento è piacevole per tutti e bisogna fare di tutto perchè lo sia.
  • - Tovagliolo
    Il tovagliolo si usa, eccome!
    Non si può abbandonare di fianco al piatto.
    Speriamo poi di non vedere più le scene di altri tempi in cui ci si puliva la bocca, con tanta circospezione per carità, nella tovaglia!
    Evitate di usarlo per altre parti del viso.
    Appena ci si siede il tovagliolo va tolto dalla tavola e poggiato sulle ginocchia piegandolo parzialmente.
    Quando ci si alza lo si mette alla sinistra del piatto senza ripiegarlo.
  • - Bere e masticare
    Non fatelo mai insieme. Lasciate queste prodezze ai bambini che devono essere prontamente corretti ogni volta che lo fanno.
    In genere si beve dopo aver deglutito e pulito la bocca.
    Testate la temperatura dei cibi per evitare bocconi troppo freddi o caldi.
    Boccacce, smorfie e versi strani non sono un'espressione di stile e tanto meno sono divertenti.
    Anche il boccone deve essere normale, soprattutto non deve costringervi ad allargare troppo la bocca.
    E ricordatevi di non masticare a bocca aperta.
    Nè di parlare mentre masticate. Non è esattamente piacevole guardarvi fare una cosa del genere. Provate ad usare la vostra immaginazione!
  • - Piatto di portata
    Se le portate non sono individuali ma collettive non buttatevi a pesce facendo pensare a tutti che non mangiate da mesi.
    E pensate agli altri. Devono potersi servire tutti.
  • - La bottiglia dell'acqua e del vino
    Avete bisogno di acqua o di vino? Non vi sporgete attraverso il tavolo.
    È molto meglio se chiedete al vostro vicino di passarvi la bottiglia.
  • - Il proprio piatto
    Non allargate mai il cibo sul piatto per farlo raffreddare più in fretta; tutt'al più attaccatelo dalla periferia.
    Non soffiate sul cibo come Eolo, il dio dei venti.
    Non lo annusate e non fate boccacce.
    Per questo è buona norma essere sicuri delle ordinazioni; fate tutte le domande nel caso di dubbi anche piccoli.
    Non è bello rimandare in cucina il piatto intatto ed è difficile a quel punto rimediare.
    Ovviamente il caso è diverso quando l'errore non è vostro ma del cameriere.
    Anche in questo caso la classe vuole che la questione venga affrontata senza nessuna arroganza. Sbagliare può capitare a tutti.
  • - Le posate: coltello
    Va tenuto con la destra e l'indice non deve toccare la lama.
    E non va mai portato alla bocca.
    Non usatelo per tagliare uova o verdure o comunque cibo tenero.
  • - Le posate: forchetta
    Quando la tenete con la destra le punte devono essere rivolte in su.
    Quando la tenete con la sinistra perchè nella destra avete il coltello le punte sono rivolte verso il basso.
  • - Le posate: cucchiaio
    Va portato verso la bocca in punta e senza "risucchi".
    Potete eventualmente sollevare leggermente il piatto verso il centro della tavola per raccogliere gli ultimi cucchiai di minestra o di brodo.
    Altra raccomandazione: non usate le posate come la zappa e la vanga. Meno rumore fate, meglio è.
    Sempre a proposito di posate. Quando avete finito di mangiare non lasciate forchetta e coltello sul bordo del piatto, come viene viene.
    La posizione delle posate ha un preciso linguaggio. Le posate messe con i manici sul bordo nella posizione "sei e trenta" (perpendicolarmente al commensale) indicano inequivocabilmente che abbiamo finito e il cameriere può toglierci il piatto.
    Se invece volete parlare tranquillamente mettete le posate nel piatto incrociate con il manico sul bordo.
  • - La scarpetta e i bocconi ...
    Non è bello fare la scarpetta, evitatelo nelle occasioni formali.
    Quindi la salsa nel piatto, purtroppo, si lascia lì.
    Non tagliate tutto il cibo a pezzetti, ricordate di preparare un boccone alla volta.
  • - Sale e pepe
    Non si può toccare nè il sale nè il pepe con le dita e quindi è buona norma disporre sulla tavola saliera e portapepe. Se sono aperti con un cucchiaino.
  • - Stuzzicadenti
    Non si usano e quindi non vanno neanche messi a tavola.
  • - Alzarsi da tavola
    In genere non ci si alza da tavola quando gli altri ancora non hanno finito. Se avete questa esigenza chiedete almeno scusa.
  • - Qualche curiosità finale
    Nelle cene ufficiali non augurate mai buon appetito. Ma se qualcuno lo dice per non farlo sentire isolato rispondete con garbo nello stesso modo.
    Il cin cin nei momenti ufficiali non viene pronunciato. Ci si limita a sollevare i calici senza far tintinnare i bicchieri.

Loretta