Loretta Sebastiani

By: Loretta Sebastiani
     

Strozzapreti emiliani

Ricetta tradizionale

difficoltà : difficile

tempo: preparazione: 40 minuti
più il tempo di riposo della pasta
cottura: circa 20 minuti

calorie: 321 (kCal)

Ingredienti / Dosi per 6

  • Farina - 500 g
  • Acqua - 200 ml
  • Parmigiano grattugiato - 50 g
  • Albumi - 2
  • Sale - un pizzico
Difficoltà:
difficile
Tempi:
preparazione: 40 minuti
più il tempo di riposo della pasta
cottura: circa 20 minuti
Quante calorie ha una porzione?
Energia: 321 (kcal) 17 % - 1344 (kJ)
Proteine: 13,4 (g) 27 % GDA
Grassi: 2,9 (g) 5 % GDA
Carboidrati totali: 64,4 (g) 24 % GDA
di cui zuccheri: 1,4 (g) 2 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (164 download).

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Indicazioni nutrizionali

Vi spieghiamo come fare questo tipo di pasta fresca alla maniera emiliana e come potete condirla.
Disporre la farina e il parmigiano sulla spianatoia a fontana. Sgusciare i due albumi nel centro, salarli e aggiungere un po' di acqua. Cominciare a lavorare albumi e acqua con un po' di farina e continuare a versare acqua mano a mano che viene utilizzata altra farina. Difficile dire se la quantità di acqua è quella giusta; potrebbe essere sufficiente o no. L'impasto deve comunque risultare liscio e sodo e quindi è necessario valutare ogni volta. Lavorare a lungo l'impasto, ridurlo a palla, coprirlo con un tovagliolo e farlo riposare per almeno 30 minuti.
Dividere la pasta in più porzioni e tirare da ognuna una sfoglia con l'aiuto del mattarello. Potete usare anche la macchinetta. Ricavare delle tagliatelle piuttosto larghe. Prendere l'estremità di ogni tagliatella e sfregandola con il palmo delle mani ottenere dei grossi spaghettoni che devono essere tagliati in pezzi di 5 o 6 cm. Disporre la pasta su tovaglioli infarinati e farla seccare. Si può preparare anche il giorno prima.
Far cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Difficile dire quali sono gli esatti tempi di cottura; molto dipende dalla grossezza degli strozzapreti. Conviene assaggiarli di frequente. Scolarli molto bene e condirli con il sugo scelto.

Suggerimenti

  • - Questa pasta può essere condita con tanti sughi diversi: ragù di anatra o di maiale, verdure e carne o in maniera più delicata con tartufo, burro e pinoli. Il tartufo nero si trova in diverse zone dell'Emilia. La preparazione di questo condimento è molto semplice. Basta sciogliere, per la quantità di pasta descritta, 100 g di burro in un pentolino a fiamma molto bassa e poi, lontano dal fuoco, scioglierci circa 40 g di tartufo nero grattugiato. Una volta scolata la pasta, si trasferisce nel piatto di portata e si condisce con il burro profumato al tartufo, 100 g di parmigiano grattugiato, 100 g di pinoli e fettine di tartufo come guarnizione finale.
  • - Il nostro suggerimento è scegliere il vino in base al condimento. Per il condimento a base di tartufo e pinoli va privilegiato un vino bianco fruttato e secco.

Qual è il vino giusto per la ricetta " Strozzapreti emiliani "?

Il nostro suggerimento è: scegliere il vino in base al condimento.