Loretta Sebastiani

By: Loretta Sebastiani
     

Carciofi stufati

Ricetta tradizionale

I carciofi stufati sono un contorno molto semplice e veloce da preparare in cui il sapore dei carciofi si gusta al naturale. Ideale per le persone che prediligono i sapori naturali e i cibi semplici o per chi è a dieta. Infatti se guardate l'apporto nutritivo la ricetta è decisamente a basso contenuto calorico. Inoltre grassi e zuccheri sono quasi inesistenti. Per fare i carciofi stufati avete bisogno solo della materia prima, i carciofi, e di succo di limone, uno spicchio d'aglio e olio d'oliva. I carciofi ormai, con le recenti tecniche di coltura avanzate, sono disponibili più o meno da ottobre a primavera inoltrata.

difficoltà : facile

tempo: 50 minuti

calorie: 75 (kCal)

Ingredienti / Dosi per 2

  • Carciofi - 4 medio-grossi (circa 800 g) o 6 piccoli
  • Limone - 1 piccolo
  • Aglio - 1 spicchio
  • Olio extravergine d'oliva - 1 cucchiaio
  • Sale
Difficoltà:
facile
Tempi:
preparazione: 20 minuti
cottura: 30 minuti
totale: 50 minuti
Quante calorie ha una porzione?
Energia: 75 (kcal) 4 % - 313 (kJ)
Proteine: 3,7 (g) 8 % GDA
Grassi: 5,3 (g) 8 % GDA
Carboidrati totali: 3,4 (g) 2 % GDA
di cui zuccheri: 2,6 (g) 3 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (380 download).

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Indicazioni nutrizionali

Ricetta carciofi stufati

Preparazione e cottura

  • - Preparate i carciofi.
    Eliminate le foglie esterne più dure. Cimate ciascun carciofo. Lasciate i carciofi interi. Rifilate la base.
    Immergeteli subito in acqua in cui avrete sprumato mezzo limone.
  • - La cottura.
    Preparate un tegamino come quello che vedete nella foto.
    Poggiate i carciofi con il gambo rivolto verso l'alto.
    Preparate il liquido di cottura: mescolate l'olio con il succo del mezzo limone rimasto e la quantità di acqua necessaria per coprirli per almeno la metà.
    Versate il liquido nel pentolino e aggiungete lo spicchio d'aglio opo averlo pelato. Salate.
    Portate ad ebollizione il liquido, coprite con un coperchio, abbassate la fiamma e proseguite la cottura lasciando sobbollire il liquido. Tempo richiesto: 25-30 minuti.
    Non lasciate asciugare il liquido di cottura. Aggiungete altra acqua bollente se necessario.
    I tempi di cottura dipendono molto dal vostro gusto personale e dalle dimensioni dei carciofi.

A tavola

  • - Laciate stiepidire prima di servire.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Ovviamente questa è la ricetta base. Il metodo di cottura è molto salutare: una volta stufati i carciofi, potete condirli ulteriormente con olio crudo e le erbe aromatiche che vi piacciono. Ma a me sembra superfluo.
  • - Per gli intolleranti all'aglio: sostituitelo con una cipollina fresca o con erbe aromatiche (particolarmente indicate prezzemolo ed erba cipollina o menta)
  • - Qualcuno prepara il liquido per la cottura unendo l'acqua e l'olio al vino bianco. Io non sono d'accordo perchè spesso "stride" l'accostamento vino-carciofi.

Idea menu

  • - Servite i carciofi stufati come contorno di carni senza particolari intingoli, pesci (grigliati, al forno o bolliti), uova e formaggi.

Note di alimentazione

  • - Come potete vedere dall'apporto nutritivo i carciofi trifolati sono un ottimo piatto. Sono ipocalorici e a basso contenuto di grassi e zuccheri. Ideali per tutti, insomma. Basta stare attenti alla quantità di grassi in cottura. Non vi fate ingannare dal basso numero di calorie per aumentare la quantità di olio. Ogni cucchiaio di olio in più sono 90 kCal e 10 g di grassi in più.
  • - Inoltre tenete presente che i carciofi sono ricchi di acqua e di fibre.
  • - Preziosi anche altri componenti tra cui la cinarina che è un derivato dell'acido caffeico. Tutti i derivati dell'acido caffeico hanno effetti antiossidanti ed epatoprotettivi. La cinarina in particolare stimola la secrezione della bile nel fegato, ha un'attività diuretica e sembra avere un'azione ipocolesterolemizzante.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Carciofi stufati "?

Non abbinate vino ai carciofi. La maggior parte degli abbinamenti è piuttosto sgradevole. Io in genere abbino la birra, non male!