Torta di Pasqua al formaggio

Ricetta tradizionale umbra tradizionale

La torta di Pasqua al formaggio o pizza di Pasqua è una deliziosa torta salata a pasta lievitata spinta (ma quante calorie!) da servire a fette con uova sode, salumi o frittate varie. È una ricetta tipica dell'Umbria. Un altro piatto di questa splendida regione che ho imparato a fare tanti anni fa quando vivevo lì. Le dosi servono per fare più pizze. Il numero dipende dalle dimensioni dei recipienti che userete. In genere io ne riesco a fare due usando stampi di circa 16-17 centimetri di diametro e piuttosto alti. Del tipo di quelli che si usano per fare il panettone. Ma se volete solo provare, all'inizio dimezzate le dosi.

Torta di Pasqua al formaggio
zoom »
Torta di Pasqua al formaggio

Ingredienti / Dosi per 12

  • Farina - 1 kg
  • Pasta di pane già lievitata - 100 g
  • Lievito di birra - 25 g
  • Parmigiano grattugiato - 200 g
  • Pecorino di Norcia o groviera - 100 g
  • Uova - 6
  • Tuorli - 2
  • Strutto - 100 g
  • Olio extravergine d'oliva - 50 g
  • Burro - 100 g
  • Sale
  • Pepe
  • Difficoltà:
    ricetta difficile
  • Tempi:
    preparazione: 45 minuti
    più il tempo di lievitazione
    cottura: 75 minuti circa
    totale: 2 ore
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 626 (kcal) 32 % GDA (*) - 2617 (kJ)
    Proteine: 21,9 (g) 28 % GDA
    Grassi: 30,8 (g) 43 % GDA
    Carboidrati totali: 69,4 (g) 26 % GDA
    di cui zuccheri: 1,9 (g) 2 % GDA

Consulta l'infografica dell'apporto nutritivo.

Scarica il PDF della ricetta (193 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta torta di Pasqua al formaggio

Preparazione e cottura

  • - Mettete la farina in una grossa zuppiera.
    Fate una cavità nel centro.
    Sciogliete la pasta di pane lievitata con una tazza di acqua tiepida in una ciotola e poi versate il tutto nella cavità.
    Impastate il liquido solo con una piccola quantità di farina, sbattendo energicamente con una frusta o con la mano per qualche minuto.
    L'impasto deve essere molle.
    Fatelo lievitare, lasciando il resto della farina attorno. La unirete al vostro lievito solo in un secondo momento.
    Copritelo con un velo di farina e coprite la zuppiera con un canovaccio.
    Mettete la zuppiera in un luogo caldo fino a quando il lievito avrà raddoppiato il suo volume.
  • - Nel frattempo mettere le uova intere, i rossi, lo strutto e il burro a pezzetti, 4 cucchiai di olio e il parmigiano in una pentola.
    Regolate di sale e pepe e sbattete il tutto con una frusta o una forchetta.
  • - Tagliate a dadini molto piccoli il pecorino o il groviera.
  • - Quando il lievito avrà raddoppiato il suo volume, stiepidite leggermente il composto a base di formaggio e grassi a bagno maria per qualche minuto.
    Attenzione a non farlo scaldare troppo!
    Unite anche il lievito di birra sbriciolato.
    Dovreste poi aspettare per poter fare le operazioni successive e il gusto ne risentirebbe.
  • - Aggiungete il composto alla farina con il lievito e unite anche il pecorino.
    Amalgamate velocemente il tutto con le mani e trasferitelo sulla spianatoia infarinata.
    Lavorate l'impasto per circa 15 minuti ottenendo una massa elastica.
    Aggiungere farina, se necessario.
  • - Ungete con l'olio rimasto il numero di stampi a bordi alti necessari.
    Io in genere uso uno spruzzatore per ottenere risultati più omogenei oppure lo spennello.
    Mettete la pasta nell'interno facendo attenzione che non superi la metà.
    Fate lievitare l'impasto in un luogo caldo e lontano dalle correnti d'aria fino a quando non raggiunge il bordo.
  • - Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa un'ora o fino a quando la superficie non è ben dorata.
    Può essere sufficiente anche meno di un'ora.
    Ricordate di aggiungere una piccola ciotola di acqua in un angolo. Serve ad evitare che la pizza di formaggio si secchi durante la cottura.
    Per verificare la cottura utilizzate uno spiedino di legno lungo.

A tavola

  • - Lasciate raffreddare la torta al formaggio prima di toglierla dallo stampo.
    È molto buona fredda.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Ho lasciato volutamente generica l'indicazione della farina. Se siete abituati ad usare la farina manitoba per impastare usate 600 grammi di farina 00 e 400 grammi di manitoba.
  • - Difficile rendere più leggera questa torta salata deliziosa; si può eventualmente sostituire il burro aumentando la quantità di olio d'oliva. Per il resto deve essere fatta seguendo le istruzioni per conservare intatto il suo sapore. D'altra parte è un tipico piatto pasquale e Pasqua c'è solo una volta all'anno.
  • - La maniera migliore per conservarla è avvolgerla nella pellicola per alimenti.
  • - In genere io riesco a conservarla per almeno tre giorni mantenendo la sua fragranza.
    Verso la fine del periodo di conservazione la metto in forno a 90°C per qualche giorno.

Idea menu

  • - La tradizione umbra la vede servita come antipasto accompagnandola a salame affettato e uova sode, oppure con frittate di asparagi, erbette, tartufo nero o in altri mille modi diversi. Può accompagnare anche i secondi di carne al posto del pane.
    Quando ero ragazza la usavamo per fare i tramezzini con il salame o il prosciutto da portare nei picnic di Pasquetta. Una vera e prorpia bontà.

Note di alimentazione

  • - C'è poco da dire sulla pizza di Pasqua al formaggio. Il contenuto di grassi e le calorie sono veramente molto alti visto che non è il piatto principale di un menu ma solo un "accessorio", chiamiamolo così ;))

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Torta di Pasqua al formaggio "?

In genere mio marito ed io abbiniamo il Torgiano Rubesco (vino rosso dell'Umbria).

Siete interessati ad altre ricetta dell'Umbria, i suoi prodotti e i suoi vini? seguite il link per la pagina speciale che le abbiamo dedicato