Sangria rossa, ricetta invernale

Le ricette di casa nostra Loretta Sebastiani

La sangria rossa è fatta ovviamente con il vino rosso. Ma se ne possono fare versioni diverse a seconda della stagione e della frutta fresca. In inverno per esempio ci sono arance, limoni, mele, pere e melagrana, almeno fino ad un certo periodo. Qui vi presento la mia ricetta, molto aromatica, in cui io uso la melagrana che trovo deliziosa con ricette con il maiale o l'anatra o la mia paella invernale.

sangria rossa in zuppiera
zoom »
Sangria rossa, versione invernale

Ingredienti / Dosi per 10

  • Melagrana - 1 da 350 g
  • Arance biologiche - 1 media
  • Limoni biologici - 1 medio
  • Mele biologiche - 1 media
  • Pere biologiche - 1 media
  • Cointreau - 120 ml
  • Zucchero - 4 cucchiai
  • Vino rosso - 2 bottiglie di Grignolino
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    più il tempo di riposo
    cottura: non richiesta
    totale: 30 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 186 (kcal) 10 % GDA (*) - 776 (kJ)
    Proteine: 0,0 (g)
    Grassi: 0,0 (g)
    Carboidrati totali: 7,9 (g) 3 % GDA
    di cui zuccheri: 7,9 (g) 8 % GDA

Consulta l'infografica dell'apporto nutritivo.

Scarica il PDF della ricetta (126 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta sangria con vino rosso e frutta invernale

Preparazione

  • - Preparate la melagrana.
    Togliete la buccia esterna e sgranate i chicchi.
    L'operazione è piuttosto lunga. Agite sopra un piatto per recuperare anche l'eventuale succo.
  • - Preparate il resto della frutta.
    Lavate l'arancia e asciugatela. Tagliatela a fette con tutta la buccia.
    Lavate il limone e asciugatelo. Tagliatelo a fette con tutta la buccia.
    Lavate la mela e la pera. Sbucciatele, dividetele in quarti, eliminate il torsolo e tagliatele a piccoli pezzi.
  • - Mettete lo zucchero in una larga zuppiera di vetro o di cristallo trasparente e versate il Cointreau.
    Mescolate bene e poi aggiungete tutta la frutta.
    Se avete ottenuto anche del succo di melagrana unitelo agli altri ingredienti.
  • - Mescolate accuratamente.
  • - Versate il vino rosso, mescolate ancora e mettete in frigorifero, coperto, per almeno 12 ore.

A tavola

  • - Come vedete nella foto io e mio marito serviamo la sangria con tutta la sua frutta senza filtrarla.
    Basta mettere a disposizione un mestolo.
  • - Togliete dal frigorifero almeno un quarto d'ora prima di servire. Va bene fresca ma non gelata.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Preparate la sangria in anticipo, anche il giorno prima.
  • - La sangria ha un tasso alcolico che non tutti riescono a sopportare. Quindi è meglio mettere a disposizione degli ospiti acqua tonica fresca per poterla allungare.
  • - Per questa sangria io e mio marito usiamo il Grignolino (Piemonte). La presenza della melagrana ci ha suggerito di non usare un vino più corposo o troppo profumato. Inoltre è il vino che usiamo anche con le fragole ed altri frutti con ottimi risultati.
  • - Attenzione alla quantità di limone. Se è molto profumato limitatevi alla metà. Altrimenti rischiate che vinca su tutto il resto della frutta.

Idea menu

  • - Per quanto riguarda le dosi, bisogna valutare l'occasione in cui si serve e le caratteristiche degli ospiti.
    Mediamente potete considerare le dosi per circa 10 persone. Mele e pere assorbono molto vino e quindi questa sangria rende meno rispetto alle altre versioni che trovate nel nostro sito.
  • - La sangria in genere viene preparata quando si organizzano cene con più persone oppure rinfreschi per cerimonie od occasioni particolari. È gettonatissima nei buffet. Questa versione si presta benissimo ad essere abbinata a piatti di carne freddi e caldi soprattutto a base di anatra, maiale, tacchino. Non male anche con insalata di riso e pasta che vi ricordo si possono preparare anche per buffet in inverno.
    È eccezionale anche con la nostra paella invernale ;)

I link utili per questa ricetta

  • - Volete sapere qualche cosa in più sul Grignolino?

Note di alimentazione

  • - L'apporto nutritivo non tiene conto della frutta perché dovrebbe servire solo per aromatizzare il vino.
    È chiaro che se si dovesse mangiare calorie e zuccheri salgono.
  • - Ricordo che si dovrebbe bere con moderazione e che i minori non devono farlo perché bere alcolici potrebbe avere influenze negative sugli organi ancora in accrescimento. Gli enzimi digestivi dell'alcol non sono ancora presenti.

Loretta