Savoiardi

Ricetta tradizionale del Piemonte tradizionale

I savoiardi sono i biscotti italiani più conosciuti al mondo. Sono originari però del Piemonte. Nati alla corte dei Savoia si sono poi diffusi in tutta Italia. Se volete saperne di più c'è un link più avanti. Serviteli dopo pranzo o dopo cena per un'occasione speciale abbinati al loro vino: l'Asti moscato. Oppure preparateli per una festa per bambini da servire magari con la cioccolata.

Biscotti savoiardi, biscotti leggeri e ideali per tanti dolci di origine piemontese
zoom »
Savoiardi

Ingredienti / Dosi per 4

  • Per l'impasto dei savoiardi
  • Farina di grano tenero - 100 g
  • Zucchero semolato - 90 g
  • Uova - 4
  • Zucchero al velo - 20 g
  • Sale
  •  
  • Per le teglie del forno
  • Farina di grano tenero - 20 g
  • Burro - 30 g
  • Difficoltà:
    media difficoltà
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    più 10 minuti di riposo dell'impasto
    cottura: 10-15 minuti
    totale: circa 60 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 339 (kcal) 17 % GDA (*) - 1418 (kJ)
    Proteine: 10,4 (g) 21 % GDA
    Grassi: 11,4 (g) 17 % GDA
    Carboidrati totali: 52,0 (g) 20 % GDA
    di cui zuccheri: 28,0 (g) 32 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (187 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta savoiardi

Preparazione e cottura

Procuratevi tutto ciò che vi serve a portata di mano, oltre agli ingredienti. Alcune fasi della lavorazione devono essere molto veloci.
Avete bisogno di:

  • - due ciotole: la prima per sbattere i rossi con lo zucchero e unirli poi alla farina. La seconda, più piccola, per i bianchi da montare a neve.
  • - una frusta elettrica per montare i bianchi ed eventualmente anche per sbattere i rossi, per velocizzare i tempi
  • - un colino per setacciare la farina da aggiungere ai rossi sbattuti con lo zucchero
  • - una siringa o tasca da pasticciere con la bocchetta liscia e grande
  • - teglie da forno: ungetele con il burro e spolverizzatele con la farina prima di partire con la ricetta. Sicuramente qualcuno obietterà che sarebbe meglio usare carta da forno per diminuire i grassi. La mia esperienza mi insegna che in questo caso è meglio ricorrere ai metodi tradizionali. I savoiardi si appiccicano vistosamente alla carta da forno e si rischia poi di romperli.
  • - Preparate l'impasto.
    Separate i bianchi dai rossi.
    Lavorate i rossi con 80 g di zucchero. Sbatteteli a mano o con la frusta elettrica fino ad ottenere un composto cremoso e morbido.
    A questo punto prendete la farina passata al setaccio a cui avrete aggiunto anche un pizzico di sale e incorporatela gradualmente al composto di rossi e zucchero. Mescolate accuratamente e delicatamente.
    Aggiungete ai bianchi un pizzico di sale e 10 g di zucchero a velo. Montateli a neve ben ferma.
    Unite gli albumi ai rossi con movimenti lenti, dal basso verso l'alto, per evitare che i bianchi si smontino.
    Alla fine dovete ottenere un composto gonfio e morbido.
  • - Distribuite l'impasto sulle teglie.
    Accendete il forno a 180°C.
    Come già detto usate teglie imburrate ed infarinate.
    Trasferite il vostro impasto nella tasca da pasticciere e distribuitelo facendo dei bastoncini lunghi circa 10 cm e larghi 2 - 3 cm.
    Distanziateli l'uno dall'altro per evitare che si attacchino in cottura.
    Mescolate lo zucchero residuo (10 g) con lo zucchero a velo (10 g) e setacciate il composto leggermente sulla superficie dei biscotti.
    Ripetete l'operazione dopo qualche minuto e poi infornate.
    In genere io comincio a preparare una prima teglia e spolverizzo i savoiardi con il miscuglio di zuccheri. Poi lavoro sulla seconda teglia e una volta distribuito l'impasto su questa, inforno la prima. Completo poi la lavorazione con il miscuglio di zuccheri ed eventualmente affronto una teglia successiva. Non lasciate mai l'impasto dei savoiardi a riposare per tanto tempo fuori dal forno. Il bianco montato a neve tende a cedere in poco tempo.
  • - La cottura.
    Infornate e calcolate il tempo.
    I tempi di cottura sono veramente brevissimi. In genere io controllo la cottura dopo soli 6 minuti senza aprire lo sportello. Potrebbero già essere sufficienti. Il tempo medio è però intorno agli 8 minuti. Tempi più lunghi comportano un orlo più colorato.
    Ma ovviamente tutto ciò è indicativo. Molto dipende dal forno che abbiamo in casa e dallo spessore dei nostri biscotti.
    Fateli raffreddare bene prima di staccarli con una paletta e trasferirli su un piatto.

A tavola

  • - Disponete i savoirdi in un piatto sopra un tovagliolo e serviteli.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - I savoiardi si fanno veramente con poco come avete letto: farina, uova e zucchero.
    La cosa positiva nel farli in casa sta nel poter scegliere gli ingredienti.
    Ma non aspettatevi di ottenere biscotti spessi come quelli che comperate.
    Il sapore invece è diverso, eccezionale!
  • - Con queste dosi otterrete dai 30 ai 35 savoiardi.
  • - Io vi suggerisco di prepararli non tanto per utilizzarli per altri dolci (tiramisù, charlotte ..) ma per poterli gustare da soli o con una bella tazza di cioccolata ... immaginatevi che bontà!
    Per fare dolci più elaborati è molto meglio usare savoiardi industriali. Hanno una tenuta e una consistenza migliori visto che nella maggior parte dei casi devono essere imbevuti.
  • - Come potete vedere nella foto i miei savoiardi non sono troppo lunghi e sottili. Mio marito ed io li preferiamo così per assaporarli meglio.
  • - Le nostre dosi corrispondono alle più tradizionali ricette di savoiardi ma tenete presente che ci sono tantissime versioni diverse anche con l'aggiunta di qualche ingrediente in più. Qualcuno per esempio preferisce usare la fecola di patate al posto della farina o una miscela di entrambe. Molto variabili poi sono le dosi di uova e zucchero.

Idea menu

  • - Potrebbe essere una bellissima idea fare i savoiardi per una festa di compleanno per bambini. Savoiardi freschi a colazione (da non intingere però nel caffelatte o nel tè, non sono i biscotti ideali) oppure savoiardi a merenda con la cioccolata, appunto. Non li abbinerei invece a creme in tazza a base di uova.

I link utili per questa ricetta

Note di alimentazione

  • - Ogni porzione in questo caso comprende circa 8 biscotti, non pochi. Sappiate regolarvi quindi.
  • - È assolutamente chiaro che i savoiardi industriali risultano più leggeri, con meno calorie e grassi. Questo è l'altro motivo per cui consiglio sempre di non fare a casa i savoiardi necessari per preparare altri dolci.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Savoiardi "?

Mio marito ed io vi suggeriamo il Moscato d'Asti (vino del Piemonte)