Verdure pastellate

Ricetta tradizionale tradizionale

Le verdure pastellate sono un piatto versatile che può essere servito sia come contorno a carne e a pesce sia come stuzzichino in un antipasto assortito. Sono molto gustose e piacciono in genere anche a chi non ama molto le verdure. Non fatele spesso però, il vostro fegato vi vingrazierà ;)) Altre ricette con verdure?
Verdure pastellate - ricetta tradizionale
zoom »
Verdure pastellate

Ingredienti / Dosi per 4

  • Verdure miste - 450 g
  • Tuorli d’uova - 1 (facoltativo)
  • Farina - 50 g
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Difficoltà:
    media difficoltà
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    cottura: 30 minuti
    totale: 1 ora
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: n.c. (kcal) - n.c. (kJ)
    Proteine: n.c. (g)
    Grassi: n.c. (g)
    Carboidrati totali: n.c. (g)
    di cui zuccheri: n.c. (g)

Scarica il PDF della ricetta (318 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta verdure pastellate

Preparazione e cottura

  • - Mondate e lavate le verdure.
    Tagliatele a pezzi più o meno delle stesse dimensioni.
    Cuocetele a vapore per circa 5 minuti da quando l’acqua comincia a bollire.
    Lasciatele raffreddare.
  • - Nel frattempo preparate la pastella.
    Unite il tuorlo sbattuto alla farina, a un pizzico di sale e ad un po’ di acqua minerale gasata fredda.
    Mescolate accuratamente fino ad ottenere una pastella piuttosto densa.
    Fatela riposare per circa 30 minuti dopo averla coperta.
  • - La frittura.
    Scaldate abbondante olio in un tegame per friggere.
    Immergere i pezzi di verdura nella pastella, pochi alla volta.
    Scolateli molto bene prima di immergerli nell'olio caldo, la pastella deve essere solo un velo.
    Friggeteli nell’olio caldo girandoli su tutti i lati fino a che non sono dorati.
    Toglieteli dall’olio e far assorbire l’olio in eccesso su carta assorbente da cucina.
    Tenete al caldo le verdure pastellate già fritte intanto che completate la cottura.

A tavola

  • - Salate le verdure pastellate e servitele subito, ancora calde.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Come verdure miste si intendono: cardi, cime di broccoli, cavolfiori e carciofi in inverno, per esempio.
    Zucchine, palline di spinaci, foglie di salvia e di menta, prezzemolo, bastoncini di melanzana in estate.
  • - A queste possono essere aggiunte delle polpettine di spinaci lavorando un po’ spinaci, precedentemente lessati oppure avanzati da un contorno, con un uovo e del pane grattato.
  • - Altre scelte possono essere anelli di cipolle, filetti di peperoni …
    I carciofi vanno tagliati a fette, le zucchine a fiammifero grosso, i cavolfiori e i fiori di broccolo a cimette, i cardi in pezzetti. Tutto deve avere le dimensioni di bocconcini che possono essere messi in bocca interi.
  • - Potete anche bollire le verdure (per circa 10 minuti) ma sicuramente si riempiono d’acqua e sono meno saporite.
  • - La pastella si può fare semplicemente anche con la farina e l’acqua minerale sbattendo il tutto molto bene con la frusta. Eliminando l’uovo la ricetta è valida per tutti i vegetariani, vegan compresi.

Idea menu

  • - Ho già suggerito l'uso che se ne può fare delle verdure pastellate: antipasto o contorno.
    Secondo me sono deliziose anche nel comporre un piatto unico misto, molto gratificante alla fine di una dura giornata di lavoro. Verdure pastellate, qualche caprino magari aromatizzato alla frutta, uova sode con maionese, insalata russa ... una volta tanto, raramente, si può fare. E proprio perchè l'evento è raro è decisamente più appagante ;)
  • - Pensate alle verdure pastellate anche quando dovete comporre un menu piatto unico importante se avete ospiti. Noi lo abbiamo messo insieme anche per le feste di Natale. Menu piatto unico.

Note di alimentazione

  • - Le verdure pastellate non rappresentano certo il modo migliore di mangiare le verdure. Dei fritti, si sa, è meglio non abusarne. Ma se volete concederveli è molto meglio prepararli a casa che mangiarli fuori.
    Così siete certi di usare l'olio giusto: extravergine d'oliva o di arachide. E soprattutto di buttare l'olio una volta utilizzato.
  • - Non ho riportato il conto di calorie, grassi ... Impossibile fare una valutazione precisa. Nessuno è in gradi di dire quanto olio assorbano le verdure ... per cui è meglio soprassedere!

Loretta