Loretta Sebastiani

By: Loretta Sebastiani
     

Saltimbocca alla romana

Ricetta tradizionale romana

I saltimbocca alla romana sono una ricetta tradizionale conosciuta dappertutto nel mondo. Un metodo veloce ma molto gustoso di cuocere le classiche fettine. E, sorprendentemente, se le dosi che suggerisco vengono rispettate, assolutamente non preoccupanti per le calorie.

difficoltà : facile

tempo: preparazione: 20 minuti
cottura: 20 minuti
totale: 40 minuti

calorie: 231 (kCal)

Ingredienti / Dosi per 4

  • Fettine di vitello - 400 g (circa 8 fettine dello spessore di circa 5 mm)
  • Prosciutto crudo, affettato sottile - 120 g
  • Salvia - 16 foglie
  • Burro - 40 g
  • Sale
  • Pepe, se piace
Difficoltà:
facile
Tempi:
preparazione: 20 minuti
cottura: 20 minuti
totale: 40 minuti
Quante calorie ha una porzione?
Energia: 231 (kcal) 12 % - 964 (kJ)
Proteine: 29,6 (g) 60 % GDA
Grassi: 12,4 (g) 18 % GDA
Carboidrati totali: 0,1 (g) 1 % GDA
di cui zuccheri: 0,1 (g) 1 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (146 download).

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Indicazioni nutrizionali

Ricetta saltimbocca alla romana

Preparazione

  • - Preparate le fettine di vitello.
    Aiutatevi con un coltello affilato ed eliminate i nervetti e il grasso dalle fettine di vitello.
    Tagliatele in modo da ottenere delle fettine più piccole delle dimensioni di quelle fotografate.
  • - Preparate gli altri ingredienti.
    Tagliate le fette di prosciutto adattandole alla carne in maniera di avere due pezzi per ciascuna fettina di vitello.
    Lavate ed asciugate le foglie di salvia.
  • - Preparate i saltimbocca.
    Disponete su ciascuna fettina di vitello una fettina di prosciutto, una foglia di salvia e un'altra fettina di prosciutto.
    Fermate il tutto con uno stuzzicadenti come se si trattasse di uno spillo.

Cottura

  • - Mettete 30 g di burro in una padella a fatelo sciogliere.
    Aggiungete i saltimbocca, salateli ed eventualmente pepateli.
    Fateli cuocere per 1 minuto su di un lato, girateli e completate la cottura per un altro minuto.

A tavola

  • - Toglieteli dalla padella e teneteli al caldo.
    Aggiungete il resto del burro nella pentola insieme ad un cucchiaio d'acqua.
    Cuocete la salsina su fuoco vivace fino a quando non si restringe.
    Versatela sui saltimbocca e servite immediatamente.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Io ho provato a sostituire il burro con 4 cucchiai di olio d'oliva. La ricetta è buona ma il burro la rende effettivamente molto migliore. In ogni caso l'olio può essere una soluzione per chi ha problemi dismetabolici o di intolleranza e quindi, per dieta imposta, non può usare burro.
  • - Se volete potete aggiungere una spruzzata di vino al fondo di cottura e poi farlo ridurre su fiamma vivace.

Idea menu

  • - I saltimbocca alla romana sono per tradizione accompagnati da contorni con patate, piselli o carote.
  • - Potete servirli nel menu di famiglia ma io qualche volta li preparo anche per cene con amici quando antipasto e primo sono già inusuali.

Note di alimentazione

  • - Le fibre sono ovviamente assenti. Proprio per questo motivo io preferisco servire i saltimbocca alla romana nel mio menu di famiglia con verdure di stagione ricche di fibre o con insalate miste (misticanza con finocchi e arance oppure carote crude grattugiate, noci e lattuga ...).
    Non associo quasi mai due fonti di proteine come carne e piselli.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Saltimbocca alla romana "?

Un buon Montepulciano d'Abruzzo si può abbinare benissimo ai saltimbocca alla romana secondo me e mio marito.

Un po' di storia

Difficile definire la vera origine di questa ricetta. Pellegrino Artusi l'ha descritta fin dalla fine dell'800. L'aveva assaggiata nella trattoria romana "Le Venete" e sembra che comunque venisse passata come autentico piatto romano almeno in un'altra trattoria storica della Capitale. Qualcuno ha voluto, successivamente, rivendicare un'origine bresciana. Si tratta, in ogni caso, di un piatto ormai conosciutissimo in tutto il mondo, forse il piatto italiano più noto dopo gli spaghetti all'estero. È sinonimo della cucina romana a tutti gli effetti.
Nel tempo la ricetta ha subito delle varianti; qualcuno infarina i saltimbocca prima di metterli nella padella probabilmente per aumentare la capacità di assorbire i condimenti. Qualcun altro aggiunge il vino invece dell'acqua al fondo di cottura per rendere l'intingolo più saporito oppure addirittura brandy o cognac. Altri arrotolano i saltimbocca dopo averli preparati con tutti gli ingredienti.