Crostoni di polenta con
uova di quaglia e tartufo nero

Le ricette di casa nostra Loretta Sebastiani

Le fette di polenta con uova di quaglia e tartufo nero sono un vero bocconcino che arricchirà il vostro antipasto misto o il vostro buffet. Sono un antipasto per l'autunno e l'inverno e tutte le occasioni importanti. Io qualche volta lo preparo come secondo piatto nel periodo delle feste quando abbondo con gli antipasti e anche con il primo. Più avanti ulteriori dettagli.

Fette di polenta con uova di quaglia fritte e lamelle di tartufo nero di Norcia
zoom »
Crostoni di polenta con uova di quaglia e tartufo

Ingredienti / Dosi per 12

  • Polenta precotta - 600 g
  • Uova di quaglia - 30
  • Tartufo nero in lamelle sotto olio - un vasetto da 45 g
  • Olio extravergine d'oliva - 9 cucchiai
  • Sale
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 20 minuti
    cottura: 15 minuti
    totale: 35 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 246 (kcal) 13 % GDA (*) - 1031 (kJ)
    Proteine: 5,2 (g) 11 % GDA
    Grassi: 8,6 (g) 13 % GDA
    Carboidrati totali: 37,1 (g) 14 % GDA
    di cui zuccheri: 0,8 (g) 1 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (174 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta crostoni di polenta con uova e tartufo

Preparazione e cottura

  • - Togliete le lamelle di tartufo dal barattolo e disponetele su un piattino, separate. Ciò vi consentirà di averle a portata di mano.
  • - Preriscaldate il forno a 200°C.
  • - Preparate la polenta.
    Tagliate a fette la polenta precotta.
    Disponete le fette su due teglie antiaderenti, spennellate ciascuna con un cucchiaino di olio.
    Infornatele e dopo 3-4 minuti rivoltatele.
  • - Nel frattempo ...
    friggete le uova di quaglia in un tegame antiaderente usando l'olio rimanente e un pizzico di sale. Tenete conto che i tempi di cottura sono rapidissimi e che potete cuocerle anche in tempi diversi per non averle tutte insieme nel tegame.

A tavola

  • - Assemblate il piatto.
    Disponete le fette di polenta calde su un piatto di portata.
    Sopra ad ogni fetta di polenta mettete due uova.
    Distribuite le lamelle di tartufo e cospargete il tutto con il fondo di cottura delle uova.
  • - Servite subito.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Le dosi. Io propongo delle dosi standard considerando di utilizzare una confezione di polenta precotta da 600 g da cui si ottengono 14-15 fette a seconda dello spessore. Se le volete servire in un buffet considerate una fetta a persona ma poi arrotondate il numero complessivo. C'è sempre qualcuno che si serve due volte. La stessa considerazione vale se le servite in un piatto di antipasti misti.
  • - Il tartufo, anche se nero, è caro. Io suggerisco per questa ricetta le lamelle di tartufo sotto olio. Si trovano in confezioni piccole (45 o 50 g) ma quando si apre il vasetto devono essere consumate rapidamente, in due o tre giorni al massimo. Quindi l'ideale è preparare le fette di polente con il tartufo quando gli ospiti sono tanti. Tra i link utili trovate il sito della ditta in cui mio marito ed io acquistiamo il tartufo.
  • - Se avete tempo ovviamente potete preparare voi la polenta il giorno prima. La ricetta è sicuramente più buona.
  • - Per un sapore più deciso potete friggere le uova nel burro. Cambiano però i valori nutrizionali.
  • - Le uova di quaglia si vendono in genere in confezioni da 18. Quelle che vi rimangono le potete utilizzare, una volta rassodate, per decorare altri piatti.

Idea menu

  • - I crostoni di polenta con uova di quaglia decorate con lamelle di tartufo nero possono essere utilizzati come piatto caldo in un buffet (sia rustico che elegante) o per arricchire un antipasto in un menu importante oppure come secondo rapido ed originale se, come ho già spiegato prima, avete offerto un antipasto molto ricco ed un primo di pasta ripiena o al forno particolarmente impegnativo.
    Se li servite come secondo abbinateli a verdura cotta o cruda.
  • - Io li trovo ideali nel periodo di Natale, nelle cene degli auguri anche in piedi, e in tutte le vostre occasioni speciali in autunno ed inverno.

I link utili per questa ricetta

  • - Uno dei nostri fornitori di fiducia è la ditta Italia Tartufi che vende anche i tartufi a fette in olio d'oliva. Li abbiamo conosciuti per caso in una fiera e i loro prodotti ci convincono. Io poi, avendo vissuto in Umbria per molto tempo, sono abbastanza esigente sulla qualità dei tartufi.
  • - Se invece volete saperne di più sul tartufo nero in generale, come comperarlo, conservarlo, usarlo in tante altre ricette ... seguite il link alla nostra pagina speciale ;)

Note di alimentazione

  • - Ci vogliono circa 5 ovetti di quaglia per sostituire un uovo di gallina. Le uova di quaglia sono quindi una buona soluzione per chi deve limitare l'assunzione di grassi e di colesterolo in particolare.
  • - Pochissime le fibre: solo 0,3 grammi a porzione.
  • - Non mi dilungo eccessivamente perché questo è un piatto per le occasioni speciali in cui si chiude un occhio e tutti e due :))

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Crostoni di polenta conuova di quaglia e tartufo nero "?

Tanto si dice e si racconta sull'abbinamento tartufo nero e vino. Ricordo di aver letto tempo fa di provare le uova con il tartufo nero con un bicchiere di Bolgheri Rosato. Mio marito ed io lo abbiamo testato e l'esperimento ci ha convinto. Per cui lo rigiriamo anche a voi. Ma dovete tenere conto anche delle altre portate se le servite in un antipasto o in un buffet per non cambiare troppi vini. Vi ricordo che il Bolgheri Rosato si abbina benissimo con pesce in umido, sushi, crostacei al vapore, pasta leggera con pesce e pomodoro, stuzzichini ...