Coniglio al tartufo nero

Ricetta tradizionale dell'Umbria tradizionale

Il coniglio al tartufo nero è una ricetta tipica dell'Umbria che si prepara in occasione di eventi particolari, quando si hanno ospiti importanti. Non perché sia particolarmente elaborata o ricca di ingredienti quanto per la presenza del tartufo nero che non è certamente un ingrediente economico. La ricetta di per sé è molto semplice. Vediamo i dettagli insieme.

Autentica ricetta italiana zoom »
Coniglio al tartufo nero

Ingredienti / Dosi per 2

  • Coniglio in pezzi - 400 g
  • Cipolla - 60 g
  • Rosmarino fresco - 1 rametto
  • Salvia secca - 2 foglie
  • Prezzemolo fresco - qualche stelo
  • Erba cipollina fresca - qualche stelo
  • Vino bianco secco - 200 ml
  • Olio extravergine d'oliva - 2 cucchiai
  • Salsa al tartufo nero
  • Sale
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 10 minuti
    cottura: 1 ora 20 minuti
    totale: 1 ora 30 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 402 (kcal) 21 % GDA (*) - 1682 (kJ)
    Proteine: 29,1 (g) 39 % GDA
    Grassi: 31,2 (g) 45 % GDA
    Carboidrati totali: 1.5 (g) 1 % GDA
    di cui zuccheri: 1.5 (g) 2 % GDA

Consulta l'infografica dell'apporto nutritivo.

Scarica il PDF della ricetta (54 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta coniglio al tartufo nero

Preparazione e cottura

  • - Preparate il coniglio.
    Lavate i pezzi di coniglio sotto l'acqua corrente e metteteli poi in una casseruola dal fondo spesso.
    Rosolateli per qualche minuto senza alcun condimento per far uscire i liquidi interni.
    Toglieteli dalla pentola e, dopo averli fatti raffreddare, tamponateli con carta assorbente da cucina.
  • - Tagliate la cipolla a fettine molto sottili e mettetela in un'altra casseruola con l'olio e il rosmarino.
    Aggiungete i pezzi di coniglio e fate rosolare su fiamma dolce girandoli bene su tutti i lati.
  • - Versate il vino e fate evaporare parzialmente, girando i pezzi di coniglio almeno una volta.
  • - Unite anche la salvia e uno o più mestoli di acqua calda.
    Regolate di sale, abbassate la fiamma e proseguite la cottura, a pentola semicoperta, fino a quando la carne non è tenera.
    Unite altra acqua calda solo se necessario.
    Girate ogni tanto i pezzi di coniglio.
  • - Nel frattempo lavate il prezzemolo e l'erba cipollina.
    Tamponate l'eccesso di acqua con carta assorbente da cucina.
    Tagliuzzateli sul coniglio in cottura qualche minuto pima di spegnere il fornello.

A tavola

  • - Aggiungete la salsa al tartufo sul coniglio caldo, a fornello spento, poco prima di servire.
    Mescolate e impiattate.
    Il link alla ricetta della salsa al tartufo lo trovate più avanti.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - La salsa al tartufo nero che dovete aggiungere si ottiene da 20 - 25 grammi di tartufo, grattugiato e poi diluito in olio d'oliva.
  • - Alcuni aggiungono la salsa prima di spegnere il fornello, facendola cuocere con il coniglio. Io la preferisco non cotta perché in questo modo riesco ad assaporare meglio il tartufo.
  • - Uate erbe aromatiche secche fuori stagione.
  • - Se avete ospiti scegliete bene i pezzi di coniglio da preparare in questo modo. Avete bisogno della metà posteriore perché ha un numero minore di ossicini.

Idea menu

  • - Il coniglio al tartufo nero non è sicuramente un piatto da preparare per il menu quotidiano in famiglia. È costoso e come tale deve avere la sua giusta collocazione.
  • - Vi riassumo come ero abituata a mangiarlo in Umbria.
    In genere il menu era aperto dal tipico antipasto che tante volte ripropongo ai miei ospiti perché lo trovo uno dei migliori in assoluto. Il link lo trovate nel paragrafo successivo.
    Poi si passava ad un primo caratteristico, in genere strangozzi (pasta simile a spaghettoni fatta di semola e acqua e tirata a mano) conditi con sugo ai funghi,
    Il coniglio al tartufo era il piatto forte.
    Si concludeva con un dolce tipico della stagione.
    La cucina umbra è molto semplice ma ricca di sapori ed autentica. Io la trovo fantastica.

I link utili per questa ricetta

  • - Ecco la ricetta della salsa al tartufo nero che vi serve per insaporire il coniglio
  • - Potreste essere interessati anche all'antipasto umbro.
  • - Condivido il link al sito da cui mio marito ed io acquistiamo in genere i tartufi. Italia Tartufi. Vi assicuro che è molto più comodo comperarli tranquillamente a casa piuttosto che andare alla loro ricerca. Non è sempre facile trovarli nei negozi se non nel periodo natalizio.
  • - Visto che ho dedicato molto tempo all'Umbria forse avete ora la curiosità di consultare altre ricette o leggere le recensioni dei ristoranti in cui io e mio marito abbiamo mangiato ...

Note di alimentazione

  • - Sicuramente le calorie sono alte considerando che in fondo il coniglio è cotto senza l'aggiunta di tanti ingredienti. Il problema in questo caso è rappresentato dall'olio ma, visto che è un piatto che si mangia raramente, non è il caso di trovare accorgimenti per limitarlo. Godetevi il piatto così come è.
  • - Fibre per porzione: 1,1 grammi

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Coniglio al tartufo nero "?

Assolutamente un buon prosecco per godere pienamente del coniglio al tartufo nero.