Bonet

Ricetta tradizionale Piemontese tradizionale

Il bonet è un tipico budino che si fa in Piemonte a base di amaretti e savoiardi lavorati con il latte, il cacao, le uova, lo zucchero e il rum. Ovviamente anche per questa ricetta ci sono delle varianti. Per esempio l'aggiunta di caffè o di nocciole tritate o di buccia grattugiata di limone.

Bonet, dolce al cucchiaio della tradizione piemontese il cui ingrediente principale è un tipo di biscotto: l'amaretto
Bonet

Ingredienti / Dosi per 8

  • Latte scremato - 500 ml
  • Amaretti - 100 g
  • Savoiardi - 100 g
  • Caffè - 1 cucchiaino di caffè liofilizzato o una tazzina di caffè ristretto
  • Cacao amaro - 3 cucchiai
  • Scorza grattugiata di limone biologico - 1 cucchiaio
  • Uova - 4
  • Zucchero - 200 g
  • Rum - 3 cucchiai
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    cottura: 30 - 40 minuti
    tempo totale: 1 ora 10 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 298 (kcal) 15 % GDA (*) - 1246 (kJ)
    Proteine: 8,1 (g) 17 % GDA
    Grassi: 7,2 (g) 11 % GDA
    Carboidrati totali: 48,7 (g) 19 % GDA
    di cui zuccheri: 42,2 (g) 47 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (174 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta bonet

Preparazione e cottura

  • - Cominciate con il latte.
    Fate bollire il latte e lasciatelo raffreddare.
  • - Preparate il caramello.
    Scaldate 100 g di zucchero in un pentolino dal fondo spesso e in un altro pentolino 50 g di acqua.
    Mescolate lo zucchero in continuazione fino a quando non prende il tipico colore marroncino.
    A questo punto unite l'acqua bollente stando attenti a non farla schizzare.
    Mescolate accuratamente, spegnete il fornello e lasciate raffreddare il caramello.
  • - Preparate i biscotti.
    Tritate finemente gli amaretti utilizzando il mixer.
    Sbriciolate finemente i savoiardi.
    Con certe qualità di savoiardi è meglio agire con le mani.
  • - Cominciate ad aggiungere alcuni ingredienti al latte.
    Trasferite il latte in una ciotola, unite i biscotti e mescolate.
    Aggiungete anche la scorza di limone, il caffè, il cacao e il rum.
  • - Battete le uova con lo zucchero.
    In una ciotola separata battete le uova con lo zucchero rimanente fino ad ottenere un composto cremoso e schiumoso.
  • - L'ultima fase.
    Preriscaldate il forno 180°C.
    Distribuite il caramello nei recipienti che avete scelto.
    Può andare bene anche lo stampo del plum cake un po' grande o uno stampo a ciambella.
    Unite il miscuglio di uova e zucchero al latte e mescolate accuratamente.
    Versate il composto negli stampini o nello stampo unico.
    Immergete gli stampi in un bagnomaria. Basta inserire gli stampi in una teglia da forno più grande, posizionarla nel forno e poi riempirla di acqua a metà. Assicuratevi che gli stampini siano ben fermi e che l'acqua non bolla per evitare che il vostro budino diventi troppo sodo. Anche se con questa temperatura è molto difficile che questo succeda.
    Cuocete in forno per 30-40 minuti.
    Uno stuzzicadenti inserito nel budino deve essere asciutto quando estratto.

A tavola

  • - Lasciate raffreddare il bonet e poi rovesciatelo sul piatto di portata.
    Guarnitelo eventualmente con gli amaretti.
    Servitelo a temperatura ambiente.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Conservate il bonet in frigorifero se lo avanzate.
  • - Se volete guarnire il budino come vedete nella foto dovete aumentare la quantità di amaretti.
  • - Il bonet (che in piemontese si pronuncia bunèt) è originario delle Langhe. Il suo nome in dialetto significa berretto schiacciato. Infatti i più importanti ristoranti presentano il bonet come porzioni individuali o budini ad anello.
    Difficile anche per noi, nonostante abitiamo in Piemonte, trovare una ricetta convincente per tipo di ingredienti, dosi, sapore e soprattutto risultato finale. Quella che vi presentiamo è una ricetta della cui riuscita siamo sicuri dopo tanti tentativi fatti.

Idee menu

  • - Il bonet può essere fatto tutto l'anno. Infatti nei ristoranti del Piemonte è un vero e proprio cult.
  • - Questo budino con amaretti e savoiardi si sposa benissimo con la cucina tipica piemontese, soprattutto con le pietanze a base di carni e formaggio.

I link utili per questa ricetta

  • - Se avete tempo potete preparare i savoiardi con le vostre mani seguendo la mia ricetta.

Note di alimentazione

  • - Il bonet non è certamente un dolce con poche calorie e neanche gli zuccheri scherzano. Per questo motivo non può essere considerato un dolce abituale del menu in famiglia. Invece i grassi sono moderati.
  • - Secondo me bisognerebbe ritornare alle buone e sagge abitudini dei nostri genitori e nonni che preparavano i dolci solo per occasioni speciali. Per la colazione si accontentavano di dolci da forno a ridotto valore calorico e con pochi zuccheri.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Bonet "?

Mio marito ed io vi suggeriamo di servire il bonet con il Bonmé Moscato aromatizzato. In Piemontese Bonmè indica il moscato aromatizzato all'assenzio. Nelle Langhe in genere si suggerisce questo abbinamento. Ma va bene anche la Malvasia di Castelnuovo Don Bosco (vino da dessert rosso del Piemonte). Non offrite mai l'Asti spumante.