Crostata uva e amaretti

Le ricette di casa nostra Loretta Sebastiani

La crostata con uva e amaretti è un dolce da forno molto semplice e veloce da fare. Ideale per la merenda dei bambini ma ottimo anche per gli adulti per chiudere un pranzo o una cena autunnali. Leggete le note di alimentazione per valutare bene il tipo di pasta frolla ideale per i vostri dolci.

Crostata con uva rossa e amaretti
zoom »
Crostata uva e amaretti

Ingredienti / Dosi per 10

  • Pasta frolla pronta - un panetto da 450 g
  • Amaretti - 2
  • Uva - 1,2 kg
  • Zucchero - 2 cucchiai
  • Carta da forno
  • Teglia - (20 x 30 cm)
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    cottura: 25 minuti
    totale: 55 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 287 (kcal) 15 % GDA (*) - 1199 (kJ)
    Proteine: 3,5 (g) 4 % GDA
    Grassi: 9,2 (g) 13 % GDA
    Carboidrati totali: 48,8 (g) 18 % GDA
    di cui zuccheri: 35,7 (g) 39 % GDA

Consulta l'infografica dell'apporto nutritivo.

Scarica il PDF della ricetta (117 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta crostata uva e amaretti

Preparazione e cottura

  • - Cominciate con l'uva.
    Staccate gli acini dal graspo ed eliminate quelli segnati.
    Lavate gli acini e asciugateli delicatamente.
  • - Stendete la pasta frolla nella teglia.
    Spianate la pasta frolla, seguendo le istruzioni sulla confezione.
    Preriscaldate il forno a 190°C.
    Foderate la teglia con carta da forno (in questo modo si diminuisce il contenuto di grassi nella ricetta evitando di ungere la teglia con il burro) e stendetevi la pasta adattandola alla sua forma.
  • - Completate la preparazione della crostata.
    Punzecchiate con i rembi di una forchetta la pasta e sbriciolate sopra i due amaretti.
    Disponete i chicchi d'uva, uno accanto all'altro, senza lasciare spazi.
    Spargete sulla superficie i due cucchiai di zucchero e infornare per 20 minuti o fino a quando la pasta non si colora.

A tavola

  • - Fate raffreddare bene prima di affettare e servire la crostata.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Per le più esperte si rimanda alla ricetta casalinga della pasta frolla (il link lo trovate più avanti) secondo la tradizione o nella versione light. In questo caso però la difficoltà nella realizzazione aumenta. Potete usare anche diverse qualità d'uva, realizzando così disegni decorativi diversi.
  • - Se volete rendere la vostra crostata più bella potete spennellare della gelatina liquida per dolci come rifinitura. Io preferisco la versione che vi ho descritto soprattutto quando la faccio per i bambini. Evitate di usare troppi prodotti chimici. Sarà meno bella la vostra torta ma è sicuramente più salutare ;)

Idea menu

  • - La crostata uva e amaretti può essere un'idea di colazione o di spuntino della mattina e del pomeriggio alternativi ai soliti dolcetti industriali. Mangiare dolci fatti in casa con frutta di stagione è sempre la soluzione migliore.
  • - La stagione giusta è la tarda estate e l'autunno quando l'uva è di stagione.

I link utili per questa ricetta

Note di alimentazione

  • - Voglio farvi vedere la differenza dell'apporto nutritivo a seconda della base di pasta frolla scelta. Scegliere la giusta base per una torta può fare una grande differenza.
    Comincio con la mia pasta frolla light. Dose pari a 300 g di farina. In questo caso rinunciamo anche a burro, uova e a molto più zucchero e i risultati si vedono!
    calorie: 242 calorie (1014 kJ)
    proteine: 4,1 g
    grassi totali: 3,7 g
    zuccheri totali: 50,9 g
    zuccheri solubili: 28 g
    fibre: 2,4 g
    Questo invece il conto facendo a casa la pasta frolla ma secondo la ricetta classica (dose con 300 g di farina):
    calorie: 393 calorie (1643 kJ)
    proteine: 5,1 g
    grassi totali: 14,7 g
    zuccheri totali: 63,0 g
    zuccheri solubili: 40,1 g
    fibre: 2,4 g Le fibre dipendono esclusivamente dalla farina e dall'uva e quindi non cambiano.
  • - Sicuramente il confronto lo vince la mia pasta frolla light. Tenete conto che oltre ad essere vantaggiosa per quanto riguarda le calorie è sicuramente più salutare perché, rispetto al panetto di pasta frolla pronto, si rinuncia a tutta quella serie di addittivi che normalmente sono presenti nei prodotti industriali. Inoltre, come ho già scritto, si evita un eccesso di grassi presenti nel burro e nelle uova della versione classica.
  • - La contestazione maggiore che fanno alcune persone è che quando si mangia un dolce bisogna farlo come si deve. Verissimo ... purché il "dolce come si deve" venga fatto raramente. Non certo tutte le settimane ;)

Loretta

Qual è il vino giusto?

Io e mio marito suggeriamo un vino dolce classico della zona in cui viviamo: Asti Moscato.