Torta “Caprese”

Ricetta tradizionale della Campania tradizionale

torta caprese, fetta di torta servita su un piattino con forchettina
zoom »
Torta Caprese

Ingredienti / Dosi per 12

  • Mandorle con la buccia - 300 g
  • Cioccolato fondente - 200 g
  • Uova - 6
  • Burro - 200 g più 40 g per la tortiera
  • Zucchero - 200 g
  • Lievito per dolci - 1 cucchiaino
  • Liquore alla crema di cacao o Strega - mezzo bicchierino
  • Zucchero a velo - 30 g
  • Difficoltà:
    media difficoltà
  • Tempi:
    preparazione: 40 minuti
    cottura: 45 minuti circa
    totale: circa 90 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 505 (kcal) 26 % GDA (*) - 2111 (kJ)
    Proteine: 10,3 (g) 21 % GDA
    Grassi: 38,6 (g) 56 % GDA
    Carboidrati totali: 30,4 (g) 12 % GDA
    di cui zuccheri: 29,2 (g) 33 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (152 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

La torta caprese è un dolce nato in Campania i cui ingredienti fondamentali sono mandorle e cioccolato. La torta caprese è famosa in tutto il mondo. Ed è veramente deliziosa. Un dolce tra i più buoni.
La sua caratteristica fondamentale è l'assenza di farina per cui è adatta a chi soffre di celiachia.
La rete offre moltissime versioni diverse della torta caprese. Alcune velocissime in cui il cioccolato viene fuso con il burro, i bianchi montati a parte e i tuorli lavorati con lo zucchero. Le mandorle passate nel forno e poi tritate. Alla fine si mescola tutto e si inforna.
Noi preferiamo una versione meno rapida ma sicuramente eccezionale. Se dovete allestire un buffet di compleanno per bambini o adulti provatela. Sarà un successo assicurato.
Gli ingrediente sono tutti naturali e genuini e potete sceglierli anche tra gli alimenti biologici: mandorle, burro, cioccolato fondente (ottimo quello del commercio equo e solidale), uova, zucchero e poi un cucchiaino di lievito (meglio sarebbe il Royal ma si trova raramente) e un liquore tipico per aromatizzarla.

Ecco la ricetta!

N.B. Togliete il burro dal frigorifero un po' prima (almeno un'ora) in modo che sia morbido quando incominciate la lavorazione.

Preparate gli ingredienti. Grattugiate la cioccolata. È la parte più antipatica ma il segreto del successo.
Tritate nel robot le mandorle finemente.
Pesate gli altri ingredienti e mettete a portata di mano un colino per il lievito e il liquore. Munitevi di due ciotole.

Lavorate il burro con lo zucchero. In una prima ciotola, la più grande, lavorate il burro con lo zucchero fino a formare una crema molto morbida.

Preparate la teglia e il forno. Ungete con una noce di burro una tortiera con il fondo apribile del diametro di 27 centimetri. Rivestitela di carta da forno e poi imburrate la carta da forno.
Preriscaldate il forno a 180°C.

Preparate le uova. Sbattete le uova intere a lungo in modo da ottenere un composto schiumoso.

Mescolate tutti gli ingredienti. Versate il composto di uova nella crema di burro e zucchero. Mescolate con cura aiutandovi magari ancora con lo stesso frullino con cui avete lavorato le uova.
Unite poi le mandorle tritate e il cioccolato. Mescolate accuratamente e incorporate il liquore e il lievito facendolo passare attraverso un colino.

La cottura. Versate il composto nella tortiera, livellate la superficie e infornate per circa 45 minuti. Uno stuzzicadente infilato nel composto deve uscire asciutto.

Lasciate raffreddare la torta e poi trasferitela su un piatto di portata. Prima di servirla spolverizzatela con lo zucchero a velo con un colino per distribuirlo uniformemente.

Suggerimenti

  • - La torta caprese può essere preparata anche il giorno prima. Anzi, diventa più buona. Potete conservarla poi al massimo per 48-72 ore.
  • - La torta caprese dovrebbe avere un'invitante crosticina in superficie e un cuore più morbido. Ciò non toglie che qualcuno preferisce cuocerla in forno coperta di alluminio. Al vostro gusto personale la scelta.
  • - Servite la caprese come tutte le torte con questa consistenza con la forchettina su un piattino. Mai con il cucchiaino. È meno pratico.

Un po' di storia

La torta caprese è famosa in tutto il mondo ma le sue origini sembrerebbero abbastanza recenti. Avrebbe meno di un secolo di vita. La sua storia ce la racconta la scrittrice sorrentina Cecilia Coppola nel libro "Zeppole, struffoli e chiffon rosso" - edizioni Eidos Longobardi - 2001.
Riassumendo. Un cuoco di Capri, Carmine Di Fiore, un bel giorno si dimenticò di aggiungere la farina ad una torta di mandorle e cioccolato che era uso fare. E questo dolce "anomalo" fu assaggiato tra tre malavitosi americani che erano giunti a Capri per acquistare e portare in America delle ghette per Al Capone. La torta piacque enormemente e ne chiesero la ricetta. Fu così che venne conosciuta negli States. Il cuoco da parte sua cominciò a produrla in modo sistematico ... e il resto lo conoscete.

Qual è il vino giusto per la ricetta " Torta “Caprese” "?

Il nostro suggerimento è servire, dopo, un liquore a base di arance (arancino). È sempre molto difficile abbinare il vino dolce al cioccolato e non sempre si accontentano i gusti di tutti. In questo modo invece farete un figurone.