Coda di rospo in potacchio

Ricetta tradizionale di Pesaro - Marche tradizionale

La rana pescatrice è un pesce senza spine che ben si presta ad essere preparato in umido. Mio marito ed io abbiamo assaggiato la coda di rospo (altro nome con cui è conosciuta) in potacchio in una località di mare nelle Marche a Porto Recanati. Ci è piaciuta moltissimo perché il pesce fresco cotto in maniera semplice è veramente molto gustoso e una volta a casa ho provato a rifarla. Risultato ottimo anche lontani dal mare ;) Ricetta per la dieta mediterranea.

Coda di rospo in potacchio
zoom »
Coda di rospo in potacchio

Ingredienti / Dosi per 4

  • Coda di rospo - 800 g
  • Pomodori maturi e sodi - 250 g
  • Rosmarino fresco - 2 rametti
  • Prezzemolo fresco - 20 g
  • Aglio - uno spicchio
  • Olio extravergine d'oliva - 4 cucchiai
  • Vino bianco secco - 1/2 bicchiere
  • Peperoncino, se piace
  • Pepe, se piace
  • Sale
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 25 minuti
    cottura: 25 minuti
    totale: 50 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 268 (kcal) 14 % GDA (*) - 1120 (kJ)
    Proteine: 33,1 (g) 67 % GDA
    Grassi: 13,5 (g) 20 % GDA
    Carboidrati totali: 2,2 (g) 1 % GDA
    di cui zuccheri: 2,2 (g) 3 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (185 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta coda di rospo in potacchio

Preparazione e cottura

  • - Preparate gli ingredienti.
    Cominciate dai pomodori.
    Sbollentateli un minuto in acqua bollente per poterli pelare meglio.
    Eliminate l'acqua di vegetazione e i semi e tritate grossolanamente la polpa.
    Lavate il prezzemolo tritatelo finemente.
    Lavate e tritate anche il rosmarino.
    Spellate la coda di rospo, togliete l'osso centrale e lavatela accuratamente.
    Tagliate il pesce in tranci non troppo grandi.
  • - La cottura.
    Fate soffriggere in un tegame l'olio con lo spicchio d'aglio, una punta di peperoncino (se piace) e un po' di rosmarino senza farli colorire.
    Aggiungete il pesce.
    Regolate di sale e pepe (se piace), e fatelo rosolare su fiamma viva rigirandolo spesso.
    Versate poi il vino e fatelo evaporare completamente.
    Mettete da parte il pesce, abbassate la fiamma ed aggiungete il pomodoro.
    Continuate a cuocere per una decina di minuti.
    A questo punto rimettete il pesce, il resto del rosmarino e il prezzemolo nel tegame.
    Completate la cottura per altri 5 o 6 minuti o fino a quando il liquido di cottura non si è ben ritirato.

A tavola

  • - Servite la coda di rospo calda, irrorata del sughetto di cottura.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - In mancanza di pomodori freschi uso la polpa in scatola (200 g).

Idea menu

  • - La coda di rospo è un pesce raffinato, senza spine, ottimo ma anche caro. Può essere un secondo per il menu in famiglia quando si vuole cambiare ma per lo più viene scelto quando si hanno ospiti.
    Questo piatto anche se semplice rientra benissimo in un menu completo di mare. È gustoso ma il suo sapore non sovrasta quello di altri pesci. Si combina benissimo anche a crostacei e molluschi. Tenete comunque conto che la pescatrice ha la sua stagione migliore in inverno.
  • - Servite la coda di rospo in potacchio con un contorno di verdure stagionali o patate bollite. Sarebbe ottima anche con i piselli ma in genere non si dovrebbero unire carne e piselli o pesce e piselli perché entrambi fonte di proteine.

Note di alimentazione

  • - Soffriggere non è la migliore delle tecniche di cottura. Se lo evitiamo il nostro fegato ci ringrazia, sicuramente.
    Si possono stufare cipolle e aglio in un filo di acqua. Aggiungere gli odori in un secondo tempo e unire l'olio a fornello spento. È quello che in genere faccio. Anche in questo caso. Vi assicuro che i piatti sono altrettanto buoni e si gusta molto di più l'olio di oliva.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Coda di rospo in potacchio "?

Provate ad abbinare il Verdicchio dei Castelli di Jesi (vino bianco delle Marche) alla coda di rospo in potacchio.