Polpo alla Luciana

Ricetta tradizionale napoletana tradizionale

Il polpo alla Luciana è il tipico modo con cui i pescatori del napoletano utilizzavano il polpo senza aggiungere molto altro. Ricetta semplice che si conosce anche come polpo affogato. Dovremmo recuperare la loro cucina per imparare a risparmiare e a non gettare via niente ;) Con il polpo alla Luciana infatti si ottengono due piatti. Si mangia il polpo come secondo. Il sughetto invece è usato per condire la pasta. Tipica ricett della dieta mediterranea.

Polpo alla Luciana, la foto mostra il polpo cotto secondo il metodo dei pescatori di Santa Lucia
zoom »
Polpo alla Luciana

Ingredienti / Dosi per 4

  • Polpo di scoglio - 1 kg
  • Pomodori freschi - 500 g
  • Prezzemolo fresco - un ciuffo
  • Peperoncino - uno oppure pepe nero macinato al momento
  • Aglio - 1 o 2 spicchi
  • Olio extravergine d'oliva - 10 cucchiai
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    cottura: un'ora e più
    totale: 2 ore
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 377 (kcal) 19 % GDA (*) - 1577 (kJ)
    Proteine: 25,1 (g) 51 % GDA
    Grassi: 27,5 (g) 40 % GDA
    Carboidrati totali: 7,5 (g) 3 % GDA
    di cui zuccheri: 7,5 (g) 9 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (161 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta polpo alla luciana

    Preparazione e cottura

  • - Preparate il polpo.
    Nella pagina dedicata al polpo (link più avanti) potete leggere come scegliere, pulire e preparare il polpo per la cottura.
    Vi ricordo che dopo avere pulito il polpo grosso c'è anche bisogno di batterlo.
  • - Preparate il prezzemolo, i pomodori e l'aglio.
    Mondate, lavate e tritate il prezzemolo.
    Pelate gli spicchi d'aglio.
    Lavate i pomodori, spellateli e tagliateli grossolanamente.
  • - La cottura.
    Mettete il polpo in una pentola, meglio se di terracotta.
    Coprite la pentola e avviate la cottura.
    Quando il polpo incomincia ad eliminare il suo liquido unite anche gli altri ingredienti, olio compreso.
    Chiudete ermeticamente la pentola con un foglio di carta da forno, legandola molto bene.
    Proseguite la cottura su fiamma molto bassa per circa un'ora se avete trovato polipetti e due ore nel caso di un unico polpo grosso.
    Non c'è quindi bisogno di aggiungere acqua.

A tavola

  • - Servite il polpo caldo, eventualmente cosparso di un po' di liquido di cottura.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - La ricetta non richiede sale visto che il polpo elimina liquido già salato durante la cottura. Per evitare di fare un sugo troppo salato leggete i suggerimenti che abbiamo indicato nella pagina dedicata al polpo.
    In ogni caso sarebbe bene far eliminare al polpo un po' della sua acqua nella fase iniziale, eliminarla completamente e poi procedere nella ricetta.
  • - Potete utilizzare anche pomodori pelati. Questo consiglio è valido soprattutto in inverno quando non ci sono pomodori maturi freschi.
  • - La quantità di olio è quella suggerita dalla ricetta tradizionale ma potete anche diminuirla.
  • - Ovviamente potete realizzare questa ricetta anche secondo il metodo più antico che trovate nella storia, più sotto. In questo caso non vanno aggiunti i pomodori e il polpo deve risultare piuttosto brodoso.

Idea menu

  • - Vi consiglio di servire il polpo tagliato a pezzi insieme ad una bella insalata se utilizzate il sugo per condire spaghetti o trenette. In caso contrario il piatto è un ottimo secondo a cui potete aggiungere della verdura ripassata in padella o patate bollite o in puré (link alla ricetta nel paragrafo successivo).

I link utili per questa ricetta

  • - Vi interessa saperne di più sul polpo?
  • - Oppure volete dare un'occhiata al mio purè, compresa la versione light senza burro? ;))

Note di alimentazione

  • - Leggendo le calorie del polpo alla Luciana verrebbe da dire che il piatto non è ipercalorico. E questo potrebbe anche essere vero se non si tiene conto dell'effetto saziante e di ciò che si può abbinare ancora.
    Perché la porzione, vi assicuro, non è grossa. Il polpo si riduce notevolmente.
    Si può abbinare sicuramente un contorno riuscendo a rientrare tranquillamente nei limiti calorici della cena ma stando molto attenti al condimento. Con una porzione di pane (50 g) dovete aggiungere ancora circa 150 calorie.
  • - Alla fine tutto viene risolto dai tempi di cottura, notevolmente lunghi. Per questo il polpo alla Luciana non compare di frequente sulle nostre tavole.
  • - Il contenuto in fibre per porzione è pari 2,5 grammi.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Polpo alla Luciana "?

Mio marito ed io abbiamo gustato il polpo alla Luciana sia con un vino bianco (Fiano di Avellino vino della Campania) che con un Chianti (vino rosso della Toscana) molto giovane. La scelta è anche vostra in base ai gusti e al resto del vostro menu.

Un po' di storia

Il polpo alla Luciana è una tipica ricetta napoletana anzi legata al borgo di Santa Lucia per essere più precisi.
Quando i pescatori tornavano a casa mettevano a cuocere i polpi tagliati a pezzi nel loro stesso liquido. La cottura era molto lenta e alla fine il polpo veniva servito in tazza con il brodo di cottura.

Nel corso del tempo la ricetta si è raffinata. Il polpo, o i polipetti se piccoli, vengono cotti nel liquido che eliminano e ci si aggiungono pomodori, prezzemolo, aglio e peperoncino o pepe. Il recipiente viene chiuso ermeticamente e la cottura è molto lunga. Poi il polpo viene rimosso e nel sugo denso e scuro vengono ripassati spaghetti o vermicelli. Il polpo viene consumato come secondo. Un ottimo metodo per utilizzare il polpo fino in fondo e creare un menu completo e buonissimo naturalmente!