Pomodorini confit

Ricetta tradizionale tradizionale

I pomodorini confit o caramellati sono eccezionali per condire la pasta o il riso o accompagnare carne e pesce o per completare un piatto di antipasto assortito. I pomodorini confit si ottengono da una cottura a bassa temperatura portata però avanti per diverse ore. La bassa temperatura consente di far risaltare particolarmente il sapore e di non far perdere la struttura stessa di questa verdura. In realtà si può usare la stessa tecnica anche per altre verdure e per la carne con le dovute differenze.

pomodorini datterini confit nella teglia da forno zoom »
Pomodorini confit

Ingredienti / Dosi per 12

  • Pomodorini a grappolo - 1 kg
  • Zucchero - 2 cucchiai
  • Erba cipollina secca - 2 cucchiai
  • Olio extravergine d'oliva - 2 cucchiai
  • Sale - 2 cucchiaini
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    cottura: 3 ore
    totale: 3 ore 30 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 43 (kcal) 3 % GDA (*) - 178 (kJ)
    Proteine: 0,8 (g) 2 % GDA
    Grassi: 1,8 (g) 3 % GDA
    Carboidrati totali: 5,9 (g) 3 % GDA
    di cui zuccheri: 5,9 (g) 7 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (63 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta pomodorini confit

pomodorini a grappolo, preparati per il confit, in teglia
zoom »
Come disporre i pomodorini in teglia per il confit

Preparazione e cottura

  • - Lavate i pomodorini dopo averli staccati dal grappolo e asciugateli bene, uno ad uno.
  • - Tagliate i pomodorini a metà, nel senso della lunghezza.
  • - Foderate due teglie grandi con carta da forno e preriscaldate il forno a 100°C.
  • - Disponete i pomodorini con la superficie tagliata rivolta verso l'alto come vedete nella foto.
  • - Ungeteli. Io in genere ho sempre a portata di mano uno spruzzatore con l'olio. In questo caso è utilissimo per distribuirlo in maniera uniforme.
  • - Con un colino spargete zucchero e sale cercando anche in questo caso di distribuirli uniformemente.
  • - Condite anche con l'erba cipollina. Nella seconda foto di lato vedete i pomodorini pronti per essere infornati.
  • - Infornate per almeno due ore. Molto meglio arrivare però a tre ore per far asciugare l'acqua il più possibile.

A tavola

  • - Utilizzate i pomodorini confit per le vostre ricette dopo averli fatti raffreddare.
pomodorini a grappolo conditi, prima di essere infornati
zoom »
Pomodorini conditi prima di infornare

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Io in genere preferisco la qualità dei pomodorini a grappolo oblunghi perché più carnosi e con meno semini.
  • - Vi ho passato le dosi per 1 kg di pomodorini datterini perché, visti i tempi di cottura prolungati, in genere quando li preparo ragiono in termini "industriali" :))
    Il bello di questa preparazione è che poi i pomodorini confit si possono conservare in un barattolo sotto olio.
    A me però non capita mai di doverli conservare ... spariscono in un batter d'ali!
  • - A parte lo zucchero, il sale e l'olio potete condire i pomodorini confit con le erbe che più vi piacciono e secondo gli usi che avete in mente. Vanno bene anche origano, aglio tritato, pepe, timo fresco ...

Idea menu

  • - Come ho già scritto nell'introduzione i pomodorini confit si prestano a tante soluzioni diverse in estate perché è solo in estate che vi consiglio di prepararli quando i pomodorini raggiungono il pieno della loro stagione per sapore e consistenza.
  • - Sono ottimi come contorno per pesce e carne grigliati oppure per gli arrosti o per il pesce lesso o al forno.
    Sono ideali per condire insalate di riso, pasta fredda e insalata di pollo.
    Li potete preparare e mettere in una ciotola come portata in un buffet.
    Sono fantastici sulla pizza o sulla focaccia.
    Completano molto bene i piatti di antipasti all'italiana.
    Io li servo anche nei miei happy hour in casa
    E me li porto dietro nella mia schiscetta al lavoro! ;))

I link utili per questa ricetta

Note di alimentazione

  • - L'apporto nutritivo per porzione di pomodorini confit è decisamente basso ma dovete considerare che stiamo parlando di 8-9 pomodorini a testa. In genere 1 kg della qualità di pomodorini a grappolo che uso corrisponde a circa 100 pezzi. Quindi è facile fare i conti.
    Certo che se invece si mangiano come le ciliegie ... uno tira l'altro ... il discorso cambia completamente.
    Come in tutte le cose quello che conta è sempre la moderazione!
  • - Fibre per porzione: 1,7 grammi

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Pomodorini confit "?

Il vino è ovviamente legato all'utilizzo che ne fate e ai piatti in cui i pomodorini confit sono associati.

Un po' di storia

Il confit (dal francese confire = conservare) è una tecnica di conservazione di diversi tipi di cibo ma soprattutto carne che è tipica della Francia del Sud-Ovest. Se ne ha traccia per la prima volta in un libro del 1268. Siamo nel Medio Evo. Il libro era una raccolta di termini dei dialetti di guascogna e languedoc e della loro etimologia. Evidentemente questa tecnica di cottura a bassa temperatura era utilizzata fin da quei tempi per conservare cibo che altrimenti si sarebbe rovinato in pochissimo tempo. La bassa temperatura era associata allo zucchero oppure all'aceto o al grasso degli animali. Il fine era quello di eliminare l'acqua che è la principale causa del deterioramento.
Sono anatra ed oca i cibi più gettonati per il metodo confit. Il confit di anatra veniva effettuato sugli animali abbattuti prima del grande freddo, tra novembre e dicembre. I pezzi di anatra venivano cotti nel loro grasso e poi travasati con tutti i liquidi di cottura in terrine dove potevano essere conservati anche per un anno.
Dalla carne poi si è passati a frutta e verdura. Compresi i pomodorini a cui questa pagina è dedicata :))