Ciaudedda

Ricetta tradizionale della Basilicata tradizionale

La ciaudedda o ciauredda è uno stufato di verdure con pancetta tipico della primavera perché gli ingredienti principali sono carciofi e fave. Ottimo piatto unico dal sapore intenso perché l'abbinamento carciofi-fave è particolare e dall'apporto nutritivo completo. Ricetta tipica della Basilicata e della Puglia. Altre ricette con verdure?

Ingredienti / Dosi per 4

  • Fave fresche - 1,5 kg
  • Patate - 600 g
  • Carciofi - 6 (1,2 kg)
  • Pancetta - 150 g, in un solo pezzo
  • Cipolle - 4 (400 g)
  • Olio d'oliva - 3 cucchiai
  • Sale
  • Peperoncino, se piace
  • Succo di limone
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 40 minuti
    cottura: 40 minuti
    totale: 1 ora 20 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 375 (kcal) - 1571 (kJ)
    Proteine: 19,4 (g)
    Grassi: 18,9 (g)
    Carboidrati totali: 34,1 (g)
    di cui zuccheri: 9,3 (g)

Consulta l'infografica dell'apporto nutritivo.

Scarica il PDF della ricetta (126 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta ciaudedda

Preparazione

  • - Pulite i carciofi e tagliateli in quattro spicchi.
    Immergeteli in acqua acidulata con una spruzzata di limone.
    Sgranate le fave e privatele della pellicina che le ricopre.
    Pelate e affettate le cipolle.
    Pelate e affettate le patate.
    Tritate la pancetta.

Cottura

  • - Fate soffriggere le cipolle con la pancetta e l'olio.
    Aggiungete le patate, i carciofi e le fave.
    Regolate di sale.
    Se vi piace aggiungete un pezzetto di peperoncino oppure peperoncino in polvere.
    Aggiungete un paio di mestoli di acqua calda.
    Coprite il recipiente e cuocete a fiamma moderata mescolando di tanto in tanto.
    Bagnate, se occorre, con altra acqua calda.
  • - Quando le verdure saranno morbide, spegnete il fuoco.

A tavola

  • - Servite la ciaudedda calda in piatti individuali.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Preparate la ciaudedda in anticipo. È più buona!
  • - La cottura in pentola di coccio rende il piatto più gustoso.
  • - Altre versioni. In realtà questo modo di stufare le fave è tipico delle zone dell'Italia meridionale. In Campania si prepara la ciaurella o ciaudella. Alle prime fave primaverili si aggiungono cipolla e salsiccia stagionata o pancetta. Non i carciofi.

Idea menu

  • - Preparate la ciaudedda come piatto unico per la vostra famiglia nella stagione giusta. È un'ottima soluzione per variare il menu.
  • - Può essere una buona idea quando avete ospiti offrire una ciotola di ciaudedda con altri bocconcini gustosi per un antipasto assortito e diverso dal solito.

Note di alimentazione

  • - Come potete vedere dall'apporto nutritivo la ciaudedda è un piatto completo da tutti i punti di vista. Quindi un buon esempio di piatto unico. Equilibrata la presenza della pancetta. Vi ricordo che i salumi non dovrebbero essere consumati più di una volta a settimana e nelle quantità di 50 g a testa.
  • - Accompagnate la ciaudedda con una porzione di pane (50 g). Completate il pasto con frutta fresca.
  • - Rispetto alla versione originaria ho diminuito notevolmente la quantità di olio (si parla addirittura di mezzo bicchiere d'olio) per rendere questa ricetta tradizionale del sud d'Italia più accettabile dal punto di vista nutritivo.
  • - Buono l'apporto di fibre: 13,3 grammi. La metà del fabbisogno giornaliero.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Ciaudedda "?

In molti suggeriscono l'Alcamo bianco (vino della Sicilia) alla ciaudedda. Non è semplice comunque abbinare il vino data la presenza dei carciofi. Io e mio marito preferiamo bere una buona birra con questo piatto.