Scarcella

Ricetta tradizionale pugliese tradizionale

La scarcella è un dolce molto semplice pugliese, tipico di Pasqua. La classica treccia dolce lievitata e decorata con uova, granella di zucchero o confettini a seconda delle tradizioni locali. È chiamata anche corrucolo o scarcedda e non manca mai sulle tavole baresi prendendo forme molto diverse. Io l'ho realizzata nella sua struttura più classica ma l'ho vista anche a cestino o a colomba. Altri dolci tradizionali?
scarcella, tipico dolce pugliese di pasqua
zoom »
Scarcella barese o corrucolo

Ingredienti / Dosi per 12

  • Farina - 500 g
  • Zucchero semolato - 150 g
  • Uova - 2 più un albume
  • Latte scremato - 100 ml
  • Lievito in polvere per dolci - 1/2 bustina
  • Limoni non trattati - 1
  • Granella di zucchero - 2 cucchiai (10 g)
  • Olio extravergine d'oliva - 100 ml
  • Sale - un pizzico
  • Difficoltà:
    media difficoltà
  • Tempi:
    preparazione: 30 minuti
    cottura: circa 40 minuti
    totale: 1 ora 10 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 285 (kcal) 15 % GDA (*) - 1194 (kJ)
    Proteine: 6,4 (g) 13 % GDA
    Grassi: 9,5 (g) 14 % GDA
    Carboidrati totali: 45,9 (g) 17 % GDA
    di cui zuccheri: 14,4 (g) 16 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (244 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta scarcella pugliese

Preparazione

  • - Preparate la pasta.
    Setacciate la farina insieme al lievito, al sale e allo zucchero e disponetela a fontana sulla spianatoia.
    Mettete al centro l'uovo sbattuto, la buccia grattugiata del limone, l'olio e un po' di latte riscaldato leggermente.
    Cominciate ad impastare e continuate ad aggiungere latte man mano lavorate l'impasto.
    L'impasto deve essere soffice.
    Aggiungete altro latte solo se necessario.
    Lavorate per circa 10 minuti.
  • - Prima di infornare.
    Preriscaldate il forno a 180°C.
    Foderate una teglia con carta da forno.
    A questo punto suddividete la pasta in tre parti lasciandone da parte un pezzetto.
    Allungate ciascuna parte con le dita in modo da ottenere un lungo salsicciotto.
    Intrecciate insieme tutti e tre i salsicciotti formando una grossa treccia rotonda e chiudete le estremità.
    Posizionate un uovo crudo premendolo nella pasta (dopo averlo lavato e asciugato).
    Decorate l'uovo con la pasta messa da parte.
    Sbattete il bianco e spennellatelo sulla superficie.
    Cospargete la granella di zucchero.

Cottura

  • - Infornate e cuocete per circa 40 minuti o fino a quando la superficie non diventa dorata.

A tavola

  • - Fate raffreddare bene il dolce nella teglia prima di trsferirlo sul piatto di portata

Suggerimenti

Consigli utili

  • - La scarcella è un tipico dolce di Pasqua che si trova in tutte le pasticcerie e i forni della Puglia soprattutto nella zona di Bari.
  • - Preparate pure il dolce il giorno prima.
  • - Volendo potete inserire nell'impasto più uova.
  • - Vi sono molte versioni di questo dolce. Alcuni lo decorano con granella di zucchero colorata o confettini; altri gli danno la forma di un agnello o di una colomba; altri ancora preparano una glassa su cui poi spargono i confettini. In qualche caso anche l'impasto è diverso. Io vi propongo la versione più diffusa.

Idea menu

  • - Servite la scarcella sia a colazione che dopo un pasto o a merenda.
  • - Altre ricette pugliesi da abbinare? per esempio la focaccia pugliese da servire come antipasto abbinata a salumi e formaggi tipici, le orecchiette alla barese con le cime di rapa che sono ancora ottime nel periodo pasquale. E poi, immancabile, ci deve essere l'agnello. Per esempio l'agnello con le verdure in umido è un tipico piatto pasquale che io ho messo insieme ispirandomi alla cucina regionale di Puglia e Basilicata.

Note di alimentazione

  • - La scarcella è un dolce e come tale deve essere consumato con moderazione.
    Una porzione anche ridotta può andare bene per la colazione.
    Se lo servite dopo un pranzo o una cena deve essere un evento occasionale perché una porzione, da sola, ha un apporto di calorie pari alla metà di un pasto normale ;))
  • - Fibre per porzione: 0,9 grammi (fabbisogno giornaliero par a 23 grammi)

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Scarcella "?

Un vino da dessert come l'Asti Moscato o un vino dolce pugliese è perfetto da abbinare alla scarcella di Pasqua.