Pizza: foto-ricetta

Ricetta tradizionale tradizionale

In questa pagina trovate le fotografie con relative spiegazioni che scandiscono i momenti più importanti per impastare la pizza. La ricetta è tradizionale con il lievito di birra e l'olio d'oliva. Sono specificate anche le dimensioni delle teglie dove distribuire l'impasto una volta lievitato.

una fase della lavorazione della pasta della pizza, in cui si aggiunge l'olio
Lavorazione della pizza

Ingredienti / Dosi per 4

  • Farina - 500 g
  • Lievito di birra fresco - 25 g
  • Olio extravergine d'oliva - 4 cucchiai
  • Zucchero (facoltativo) - 1 cucchiaino
  • Acqua tiepida - 300 ml
  • Sale
  • Difficoltà:
    media difficoltà
  • Tempi:
    preparazione: 20 minuti
    più il tempo di lievitazione
    cottura: 15 - 20 minuti
    totale: 40 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 519 (kcal) 26 % GDA (*) - 2169 (kJ)
    Proteine: 14,5 (g) 29 % GDA
    Grassi: 10,9 (g) 16 % GDA
    Carboidrati totali: 96,7 (g) 36 % GDA
    di cui zuccheri: 2,2 (g) 3 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (30 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta pasta per la pizza passo passo con immagini

Preparazione

  • - Leggete attentamente le spiegazioni accanto ad ogni foto.

Preparate sulla spianatoia tutti gli ingredienti e gli strumenti che vi servono.
Versate la farina a fontana e con le mani create due cavità, una più grande e una molto più piccola. La prima destinata al lievito sciolto nell'acqua tiepida e all'olio. La seconda al sale e allo zucchero.
Perché la lievitazione sia ottimale è necessario che all'inizio il lievito non venga in contatto con il sale e con lo zucchero.

Mettete il lievito di birra frantumato in una ciotolina e versate dell'acqua tiepida. Scioglietelo aiutandovi con le dita e poi versate il miscuglio nell'apposita cavità. Versate ancora un goccio d'acqua nella ciotola per raccogliere gli eventuali residui di lievito e versatelo nella cavità.

Aggiungete a questo punto l'olio d'oliva.

Aiutandovi con le dita cominciate ad amalgamare l'olio con l'acqua in cui avete sciolto il lievito.

Raccogliete la farina cominciando dal bordo interno aiutandovi con le dita di una mano.

Quando l'impasto comincia ad asciugarsi aggiungete acqua tiepida.
La temperatura dell'acqua è molto importante; non deve essere troppo calda ma neanche eccessivamente tiepida.

Quando avrete incorporato metà della farina unite anche il sale e lo zucchero. Continuate, mescolando sempre, ad aggiungere farina partendo sempre dal bordo interno e versate acqua quando l'impasto si asciuga.

Quando la farina si sta per esaurire raccoglietela con entrambe le mani.

Cominciate ad impastare aggiungendo altra acqua solo se necessario.
Raccogliete la farina sulla spianatoia usando anche l'apposita spatola raccoglibriciole.
Difficile definire la quantità esatta di acqua. Molto dipende da fattori variabili tipo la qualità della farina, la temperatura dell'acqua stessa ...

La pasta deve risultare morbida e contemporaneamente elastica.
Imparerete la giusta consistenza con un po' di esperienza.
Tirate la pasta, arrotolatela, sbattetela sulla spianatoia. Più la lavorate e la bistrattate e meglio è.

La pasta è pronta quando le vostre mani saranno perfettamente pulite.

Spolverizzate la spianatoia, riducete l'impasto a palla e cospargetelo con abbondante farina. Coprite il tutto con uno strofinaccio pulito e aspettate che la pasta almeno raddoppi di volume.
Controllate che la temperatura sia ideale e che la pasta non sia sottoposta a correnti o bruschi abbassamenti di temperatura.

  • - Seguite questi altri suggeriment per la fase successiva, una volta che la vostra pasta sarà lievitata.
  • - Dividete l'impasto con un coltello o con una spatola e non preoccupatevi se si sgonfia.
  • - Oliate uniformemente la teglia; non è necessario abbondare con l'olio. Basta versarne una goccia e spennellarlo bene su tutta la superficie.
  • - Se l'impasto è stato eseguito correttamente ed è elastico riuscirete a stendere la pizza sulla teglia oliata semplicemente tirando la pasta con le sole mani o schiacciandola con le mani e dandole quindi la forma della teglia stessa.
    Se la pasta dovesse rompersi durante questa operazione, non vi preoccupate. Ricomponetela con le dita.
  • - Lo spessore della pizza dipende dalla teglia che scegliete.
    Queste dosi sono sufficienti per 4 pizze tonde su teglie di 32 centimetri di diametro oppure per due pizze su teglie di 36 x 25 centimetri.
    Nel primo caso le pizze risultano molto sottili, nel secondo sono di maggiore spessore ma servono comunque per 4 persone.
  • - Proseguite con la farcitura e la cottura secondo le indicazioni delle singole ricette.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Qualcuno suggerisce di aggiungere 1/2 cucchiaino di fruttosio o 1 cucchiaino di zucchero per favorire la lievitazione, da aggiungere al sale. Io in genere non lo uso tranne quando abbiamo fatto le foto.
  • - Chi deve controllare i grassi può diminuire l'olio. Oppure può preparare l'impasto solo con il latte che sostituisce acqua e olio. Il link più avanti.
  • - Se la temperatura per la lievitazione è intorno a 20°C o più bassa, non ideale per questa fase, adottate qualche piccolo accorgimento. Per esempio mettetela vicino al forno acceso sui 50°C oppure nel forno con la sola luce pilota accesa, vicino al fornello in cui sta cuocendo qualche cosa.

Idea menu

  • - Ricordate che la pizza è piatto unico.
    Accompagnatela tutt'al più con un'insalata verde.

I link utili per questa ricetta

  • - Date un'occhiata all'altra pagina che abbiamo dedicato alla pizza con il lievito fresco di birra. Ho descritto anche come fare ad utilizzare meno lievito migliorando il gusto della pizza. Inoltre ho riportato qualche riflessione su calorie, grassi e zuccheri che non è male sapere.
  • - Questa invece è la ricetta della pasta per la pizza con il latte.

Loretta