Carciofi pastellati e fritti

Ricetta tradizionale tradizionale

I carciofi in pastella e fritti sono un piatto gustoso che in genere servo come antipasto o per accompagnare alcuni secondi sia di carne che di pesce. I migliori risultati li ottengo ovviamente con la friggitrice che tra l'altro ha il non trascurabile vantaggio di farmi usare meno olio, soprattutto quella di ultima generazione che ho appena comperato. Pochi gli ingredienti per questa ricetta: carciofi, farina, uova e olio di due qualità. Olio d'oliva per la pastella e olio di semi d'arachide per la frittura.

Carciofi fritti dopo essere stati passati nella pastella
zoom »
Carciofi pastellati e fritti

Ingredienti / Dosi per 4

  • Carciofi - 4 (600 g)
  • Farina - 3 cucchiai
  • Erba cipollina secca - 1 cucchiaio
  • Olio extravergine d'oliva - 3 cucchiai
  • Uova - 1
  • Olio per friggere - q.b.
  • Sale
  • Pepe, se piace
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 15 minuti
    più il tempo di riposo della pastella
    cottura: 20 minuti
    totale: circa 35 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 135 (kcal) 7 % GDA (*) - 565 (kJ)
    Proteine: 4,4 (g) 9 % GDA
    Grassi: 8,9 (g) 13 % GDA
    Carboidrati totali: 10,0 (g) 4 % GDA
    di cui zuccheri: 1,2 (g) 2 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (137 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta carciofi pastellati fritti

Preparazione e cottura

  • - Preparate la pastella.
    Sgusciate l'uovo in una ciotolina, unite l'erba cipollina, un pizzico di sale e di pepe, se vi piace.
    Sbattetelo energicamente con una forchetta fino a farlo diventare schiumoso.
    Versate l'olio e setacciate gradualmente la farina mentre mescolate sempre energicamente.
    La pastella deve riuscire liscia, senza grumi. Copritela e fatela riposare per almeno un'ora.
  • - Preparate i carciofi.
    Trascorsa l'ora mondate i carciofi e tagliateli in spicchi in modo da ottenerne otto pezzi da ciascuno.
    Immergeteli direttamente nella pastella per evitare che anneriscano e mescolate accuratamente.
    Come vedrete la pastella sarà solo sufficiente per coprirli con uno strato sottile.
    Questa è la quantità ideale per fare i carciofi fritti.
    Maggiore quantità di pastella comporterebbe più ingredienti con un sovraccarico eccessivo di calorie e grassi.
    D'altra parte queste sono le dosi usate dai più grandi chef.
  • - La frittura.
    Fate scaldare abbondante olio di semi d'arachide in una padella dal bordo alto e friggete i carciofi, pochi alla volta.
    Una volta dorati (servono pochissimi minuti) trasferiteli con una schiumarola su carta assorbente da cucina.

A tavola

  • - Salateli e serviteli immediatamente.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Dovete imparare a regolarvi sulla quantità di farina a seconda delle modalità di frittura. Secondo me con la friggitrice che usa poco olio, 3 cucchiai sono l'ideale. Friggendo nel modo classico nella padella o nel tegame si ottengono i risultati migliori solo con due cucchiai.
  • - Meglio non avanzare i carciofi pastellati fritti, sono sicuramente più indigesti.

Idee menu

  • - La foto si riferisce alla ricciola con gli agrumi che in quella occasione ho servito con carciofi fritti e peperoncini ripieni di tonno e acciughe (trovate i link per le ricette nel paragrafo successivo). Ma i carciofi cotti in questa maniera accompagnano molto bene anche salmone, tonno, pesce spada e molte altre varietà di pesce.
  • - Scegliete i carciofi pastellati fritti come contorno a piatti di carne. Li trovo deliziosi con le braciole di agnello o maiale grigliate e con gli arrosti in genere sia in forno che in tegame. Li evito invece con la carne in umido.
  • - Ma tenete presente che i carciofi fritti sono anche un ottimo stuzzichino. Possono essere serviti come antipasto insieme ad un bel piatto di salumi e formaggi.

I link utili per questa ricetta

  • - Seguite i link se siete interessati alle ricette della ricciola con gli agrumi e di come preparare i peperoncini sottolio
  • - Volete invece saperne di più sui carciofi, le loro tecniche di cottura, i possibili abbinamenti con altri ingredienti e molto altro ancora?

Note di alimentazione

  • - In questo caso ho calcolato l'apporto nutritivo senza tener conto della frittura. Quindi sono presenti tutti gli ingredienti tranne l'olio di semi di arachide usato per friggere.
    Non fatevi ingannare dalll'apparente basso numero di calorie e grassi. Per avere un'idea dell'apporto calorico totale, comprensivo della frittura, aggiungete circa 150 kCal ad ogni 100 grammi di prodotto fritto.
    Tenete poi conto che ho considerato solo un carciofo a testa.
  • - Le regole di una buona e sana alimentazione consigliano di non abusare dei fritti. Se vi tentano, qualche volta apprffittatene ma fateli a casa e cambiando ogni volta l'olio. Usare la friggitrice aiuta a limitare i danni :))
  • - Gli esperti di alimentazione suggeriscono per aiutare la digestione e controllare l'eccesso dei grassi di accompagnare il fritto per esempio con dei ravanelli freschi.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Carciofi pastellati e fritti "?

I carciofi non si abbinano benissimo ai vini, soprattutto ai rossi ricchi di tannini. Decisamente meglio alcune qualità di birra se non riuscite a rinunciare ad una bevanda alcolica.