Loretta Sebastiani

By: Loretta Sebastiani
     

Cinghiale in umido

Ricetta tradizionale

La carne di cinghiale è molto saporita già per conto suo ed io sono convinta che per apprezzarne seriamente il gusto non si deve arricchire la ricetta di troppi ingredienti. La ricetta del cinghiale in umido che vi presento quindi è molto semplice, esattamente come ho imparato a farla da mia madre. Lei si scherniva sempre dicendo che in cucina non era brava ma io credo che mi abbia lasciato la sua intuizione sui giusti accostamenti e sulle tecniche semplici ma misurate su ogni piatto della tradizione.

difficoltà : facile

tempo: 2 - 3 ore

calorie: 281 (kCal)

Ingredienti / Dosi per 4

  • Spezzatino di cinghiale - 700 g
  • Carote - 3 (250 g)
  • Gambi di sedano - 2 (70 g)
  • Cipolla - 200 g
  • Timo secco - 1 cucchiaino
  • Prezzemolo secco - 1 cucchiaio
  • Alloro secco - 1 foglia
  • Erba cipollina secca - 1 cucchiaio
  • Ginepro - qualche bacca
  • Olio extra vergine d'oliva - 4 cucchiai
  • Vino rosso - 800 ml
  • Sale
Difficoltà:
ricetta facile
Tempi:
preparazione: 20 minuti
esclusa la marinatura
cottura: 2-3 ore
totale: 2 - 3 ore
Quante calorie ha una porzione?
Energia: 281 (kcal) 15 % - 1174 (kJ)
Proteine: 27,9 (g) 56 % GDA
Grassi: 14,2 (g) 21 % GDA
Carboidrati totali: 8,8 (g) 4 % GDA
di cui zuccheri: 8,7 (g) 10 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (472 download).

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Indicazioni nutrizionali

Ricetta cinghiale in umido

Preparazione e cottura

  • - Il giorno prima
    Fate marinare lo spezzatino di cinghiale per almeno 12 ore (dalla sera precedente alla mattina) in circa 400 ml di vino con le bacche di ginepro.
    La carne deve essere completamente coperta.
  • - Il gorno dopo.
    Buttate via il vino.
    Mondate, lavate e affettate carote, sedano e cipolline.
    Mettete l'olio, la foglia di alloro, il timo e le verdure in una grossa pentola.
    Fate soffriggere su fiamma molto dolce per qualche minuto.
    Aggiungete poi la carne e fatela rosolare su tutti i lati.
    Versate il vino rimasto e fatelo evaporare, ma non del tutto, su fiamma vivace.
    Aggiungete dell'acqua bollente (almeno due bicchieri), abbassate la fiamma, regolate di sale, coprite e sobbollite fino a quando la carne non si intenerisce.
    Aggiungete altra acqua bollente se necessario.
    Unite anche il resto delle erbe aromatiche poco prima di spegnere il fornello.
    Lasciate un bel po' di fondo di cottura da frullare.
  • - Frullate l'intingolo di cottura e versatelo nella pentola.

A tavola

  • - Riscaldate la carne nel suo sugo di cottura.
    Impiattate e servite caldo.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Per questa preparazione dovete utilizzare cinghiale surgelato perché anche se trovate carne fresca ha bisogno di un'adeguata frollatura. Io la faccio frollare minimo due mesi.
    Quindi fatela scongelare prima di procedere alla marinatura.
    Se trovate i bocconcini di cinghiale senza ossa la dose di carne è 500 g.
  • - Volendo, potete aggiungere agli ingredienti anche qualche cucchiaio di passata di pomodoro.
  • - Potete preparare il cinghiale in umido in anticipo e poi scaldarlo poco prima di servirlo.

Idea menu

  • - Il cinghiale in umido è un tipico piatto invernale data la lunga cottura. Ottimo servito con la polenta (anche con polenta integrale come vedete nella foto) o accompagnato da patate bollite o purè oppure da verdure di stagione bollite e saltate in padella.
  • - Potete preparare questo piatto in famiglia o quando avete ospiti.
  • - Nel punto successivo trovate un menu di terra con tutti i link alle ricette per abbinare il cinghiale in umido ad altri piatti. Proposta valida anche per le feste di Natale.

I link utili per questa ricetta

  • - Antipasto: assortimento di ovetti di quaglia sodi e guarniti con maionese, crostini con tartufo nero, salamini da cacciagione di qualità diverse e qualche pezzetto di pecorino. Nell'indice dedicato agli antipasti potete trovare sicuramente qualche altra idea.
    Primo piatto: tagliatelle ai funghi oppure fettuccine alla romana.
    Secondo piatto: il cinghiale da accompagnare con un paio di cucchiai di purè.
    Dolce: Visto che il menu è piuttosto elaborato io servirei una macedonia di frutta di stagione oppure i mini ananas scavati e riempiti con una macedonia mista in cui aggiungere qualche candito. Trovate la ricetta nella pagina dedicata all'ananas vestito. Vi conviene dare un'occhiata anche all'indice di dolci e dessert. Magari trovate qualche idea che vi piace di più.

Note di alimentazione

  • - Esamino la situazione nel caso che vogliate preparare il cinghiale in umido per la vostra famiglia.
  • - La carne di cinghiale è piuttosto magra, ricca di proteine ma non ha eccessive calorie. Tutto sta a vedere come accompagnate questo piatto e come programmate il resto della giornata. Problema che si presenta ogni volta che si prepara la carne. Il purè può essere una soluzione golosa ma vi ricordo che non dovreste accompagnarlo con il pane. Se invece non riuscite a rinunciare al pane (una porzione pari a 50 g) consiglio un contorno di stagione come ho suggerito prima.
    Per quanto riguarda il pranzo, visto il contenuto di proteine, la soluzione migliore è un piatto di pasta o riso da condire con sugo vegetariano.
  • - Fibre per porzione: 3 grammi. Molto basso il contenuto in fibre e quindi se volete raggiungere la dose giornaliera di 30 grammi dovete abbondare con la frutta e le verdura negli altri pasti.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Cinghiale in umido "?

Mio marito ed io amiamo moltissimo il Vino Nobile di Montepulciano (vino rosso della Toscana) con il cinghiale in umido.