Nastroni anatra e cavolo nero

Le ricette di casa nostra

La ricetta di questa pasta condita con cavolo nero e carne di anatra è piuttosto laboriosa e richiede più cotture per cui ve la suggerisco quando avete ospiti e volete fare bella figura. Comunque ospiti di cui conoscete i gusti perché il cavolo nero ha un'aroma prepotente e non tutti lo conoscono e sanno apprezzarlo. Fatta questa premessa però vi posso assicurare che questo piatto è veramente goloso ;))

nastroni, tipica pasta toscana con cavolo nero e anatra
zoom »
Nastroni anatra e cavolo nero

Ingredienti / Dosi per 3

  • Nastroni toscani - 210 g
  • Anatra - 2 cosce (400 g circa)
  • Cavolo nero - (foglie piccole senza nervatura centrale sviluppata) 150 g
  • Pomodorini ciliegia - 1 scatola da 400 g
  • Carote - 1
  • Cipollotti - 2
  • Olio extravergine d'oliva - 2 cucchiai
  • Sale
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 40 minuti
    più il tempo di raffreddamento dell'anatra
    cottura: 90 minuti
    totale: 2 ore 10 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 520 (kcal) - 2175 (kJ)
    Proteine: 32,8 (g)
    Grassi: 16,6 (g)
    Carboidrati totali: 63,7 (g)
    di cui zuccheri: 6,8 (g)

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta pasta cavolo nero e anatra

Preparazione e cottura

  • - Preparate l'anatra.
    Fate bollire le cosce di anatra in abbondante acqua salata con la carota ed una delle cipolline.
    Io in genere elimino la pelle per evitare che il brodo sia troppo grasso.
    Difficile dire il tempo necessario. Può variare per tanti fattori. Proseguite la cottura fino a quando la carne non si stacca dall'osso.
    Lasciate raffreddare l'anatra nell'acqua di cottura.
    Disossatela e riducete la carne in filetti.
    Filtrate l'acqua di cottura.
  • - Preparate il sugo.
    Mondate il cavolo nero ed eliminate l'eventuale nervatura centrale.
    Riducetelo a piccoli pezzi e lavatelo accuratamente.
    Tritate la seconda cipollina.
    Fatela imbiondire nell'olio, su fiamma molto bassa.
    Unite anche il cavolo nero, fatelo insaporire e proseguite la cottura, a pentola semicoperta, mescolando di tanto in tanto, fino ad ottenere il grado di croccantezza che più vi piace.
    Unite anche i pomodorini con qualche cucchiaio del liquido di conservazione.
    Regolate di sale, alzate la fiamma e terminate rapidamente la cottura.
    Qualche minuto prima di spegnere il fornello unite anche l'anatra.
  • - Nel frattempo ...
    ... cuocete i nastroni al dente nel brodo in cui avete cotto l'anatra allungandolo con l'acqua necessaria.
  • - L'ultima fase.
    Trasferite la pasta ben scolata nella pentola con il sugo. Mescolate con delicatezza ma accuratamente su fiamma vivace per non più di un minuto.

A tavola

  • - Servite subito in piatti piani individuali.
    Accompagnate con formaggio grattugiato.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Potete preparare il sugo anche con qualche ora di anticipo.
  • - Al posto dei nastroni potete usare altri formati di pasta.

Idea menu

  • - Tipico piatto di pasta autunnale ed invernale, si presta ad essere abbinato in un menu di terra a un bell'assortimento di salumi e formaggi del territorio e a grandi secondi anche a lunga cottura. Chiudete il vostro menu con un dolce di stagione. Castagnaccio in autunno e torta di mele in inverno. Trovate i link alle ricette più avanti.
  • - Le dosi si riferiscono a quando ho preparato questa pasta per me, mio marito e mia suocera. In quel caso è stato piatto unico nel nostro menu della domenica. Se lo inserite in un menu completo, ovviamente, le porzioni sono maggiori. Tutto dipende dagli abbinamenti che fate e dalla ricchezza delle altre portate.

I link utili per questa ricetta

  • - Ho realizzato questo primo piatto utilizzando una pasta artigianale che a me e a mio marito è piaciuta molto: i nastroni toscani del Pastificio Fabbri. Una vera eccellenza che abbiamo conosciuto nelle fiere di settore. Tiene molto bene la cottura e ha un sapore neanche lontanamente paragonabile alla pasta più commerciale.
  • - Seguite il link se siete interessati al castagnaccio o alla crostata di mele.

Note di alimentazione

  • - Il cavolo nero, oggi tipico della cucina toscana, nel Medio Evo era molto diffuso in tutta Europa. Si sta riscoprendo in Italia in abbinamento ad altre verdure invernali per zuppe molto gustose, per insaporire il sugo della pasta oppure il baccalà o molti tipi di carne.
    Ottime le sue proprietà nutritive. Infatti è ricco di betacarotene, vitamina C e K, calcio.
    Altra molecola molto importante è il sulforafano che sembra avere un'alta azione anticancro. Per non diminuire la quantità è bene non bollirlo ma cuocerlo a vapore, al microonde oppure direttamente in padella. Tecnica che ho usato per questa ricetta.
  • - Fibre per porzione di questa pasta: 3,7 grammi

Loretta

Qual è il vino giusto ?

Mio marito ed io abbiamo sperimentato sia il Chianti giovane, che un vino rosato che a noi piace molto, l'Hiso Telaray, un rosato del Salento prodotto da Libera. Entrambi ci hanno soddisfatto molto.