Loretta Sebastiani

By: Loretta Sebastiani
   

Antipasti vegetariani caldi all'italiana

Gli antipasti italiani sono conosciuti in tutto il mondo. Ne abbiamo inventati veramente tanti. Ogni regione ha le sue tradizioni e poi la tradizione si è mescolata con le nuove tendenze della cucina moltiplicando all'infinito la serie di bocconcini e sfiziosità che si possono presentare all'inizio di un menu completo. Questa pagina è dedicata esclusivamente alle ricette vegetariane calde per chi non ama o non mangia per scelta o per problemi dismetabolici carne e pesce.

Come servire gli antipasti vegetariani caldi

Quando si pensa a come aprire un menu completo per un invito o un'occasione particolare vengono in mente subito i ricchi piatti assortiti di salami e formaggi, magari con qualche bruschetta. Oppure le tartine multicolori e multigusto con pesce e patè.
Da molti anni però io ho idee diverse. Il numero dei vegetariani è in continuo aumento e quindi sarebbe opportuno inserire nelle scelte per il menu anche qualche portata a base di verdure, uova e formaggi. Ecco allora alcuni spunti abbastanza semplici che soddisfano non solo i vegetariani ma tutti perché in ogni caso sono veramente buoni. Sono tutti piatti caldi. Anche le bruschette fanno parte di questa categoria perché sono molto migliori servite calde o tiepide. Devo ammettere però che spesso al ristorante arrivano fredde.
Per qualsiasi problema, !

Le nostre proposte

La bruschetta è un cult. Gli stranieri appena arrivano da noi la chiedono subito. Non la facciamo mancare anche nelle nostre case. È di una semplicità estrema e piace veramente a tutti!

La bruschetta al pomodoro non dovrebbe mai mancare nelle nostre tavole in estate quando i pomodori sono nel pieno della loro stagione. Semplicissima e veloce da fare vi può risolvere tanti problemi diversi, soprattutto di tempo.

La prima volta che ho mangiato i bignè al pecorino ero molto piccola. Abitavo in quel periodo a Roma e la cosa mi aveva sorpreso moltissimo. Ma i bignè non sono dolci? mi diceva la mia testolina. :))

La caratteristica dei carciofi con ricotta e asparagi (da fare in primavera) non è soltanto il tipo di ripieno ma anche la forma. Tagliare a metà i carciofi per il lungo consente di ottimizzare la parte più gustosa di questa verdura e ottenere una migliore cottura.

La frittata in piccole porzioni compare in molti antipasti tradizionali regionali italiani. Qui vi presentiamo la ricetta di una frittata più leggera, cotta nel forno, che ben accompagna piatti un po' più magri del solito.

Oltre che stuzzichino è anche secondo piatto vegetariano da offrire possibilmente caldo o tiepido. Potete preparare prima le frittatine e poi riscaldarle se avete il tempo contato. Ma è sempre preferibile la prima soluzione.

Il piatto è molto versatile. Si presta ad essere servito sia come contorno per ricette di carne o di pesce senza salse sia come antipasto. Semplice l'esecuzione e gli ingredienti. Il colore è dovuto al concentrato di pomodoro. Attenzione comunque a che cosa lo abbinate: il cavolfiore non è sempre ben digerito. Ricetta invernale.

In realtà questi sformatini sono nati nella mia cucina con scopi nettamente diversi, ma poi nel tempo li ho usati anche per accompagnare il salmone al forno o il salmone al vino rosso, o il roast beef fatto in casa. Quindi svolgono funzioni diverse: stuzzichini o contorni o addirittura secondi piatti vegetariani.