Linguine con fasolari senza pomodoro

Le ricette di casa nostra Loretta Sebastiani

Queste linguine ai fasolari sono stati l'esperimento di una domenica a pranzo. Dire ottimi è sicuramente dire poco ma quanta pazienza! Innanzi tutto devo confessare di non avere molta dimestichezza con i fasolari ma prima o poi bisogna cominciare e io sono molto curiosa. Poi ho accanto a me un marito altrettanto curioso e goloso che è spesso una fonte inesauribile di preziosi suggerimenti dettati dal buon senso. Già, buon senso perché abbiamo dovuto combattere con la loro sabbia. Siamo riusciti comunque ad averla vinta :)) Con l'occasione abbiamo assaggiato anche una pasta nuova, speciale.

linguine condite con sugo bianco di fasolari
zoom »
Linguine ai fasolari

Ingredienti / Dosi per 2

  • Fasolari nel loro guscio - 1 kg
  • Porri - 1 da 250 g
  • Alloro secco - 1 foglia
  • Erba cipollina secca - 1 cucchiaio
  • Prezzemolo secco - 1 cucchiaio
  • Linguine - 170 g
  • Olio extravergine d'oliva - 2 cucchiai
  • Sale
  • Difficoltà:
    facile
  • Tempi:
    preparazione: 20 minuti
    cottura: 40 minuti
    totale: 1 ora
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 508 (kcal) 26 % GDA (*) - 2127 (kJ)
    Proteine: 23,6 (g) 48 % GDA
    Grassi: 11,9 (g) 17 % GDA
    Carboidrati totali: 80,3 (g) 30 % GDA
    di cui zuccheri: 8,4 (g) 10 % GDA

Scarica il PDF della ricetta (109 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Indicazioni nutritive per uomo / donna

calorie

carboidrati

grassi


calorie

carboidrati

grassi

Uomo e donna hanno diverse esigenze nutritive. Le tabelle evidenziano queste differenze per la ricetta in esame. Va ricordato che l'apporto giornaliero di proteine è rispettivamente 55g e 44g.

Indicazioni sui principali allergeni

Questa lista di allergeni (rif. "EUFIC") ha solo carattere divulgativo. Ogni ingrediente o coadiuvante tecnologico usato nella preparazione di alimenti che provichi allergie o intolleranze alimentari deve essere segnalato nelle etichette dei prodotti in vendita o nei menu offerti nei posti di ristorazione.

Ricetta linguine ai fasolari

Preparazione e cottura

  • - Preparate i fasolari.
    Toglieteli dalla retina in cui sono venduti e immergeteli in acqua fredda salata per almeno due ore.
    Cambiate l'acqua qualche volta.
    In acqua le valve dovrebbero aprirsi parzialmente. Se non succede non sono freschi. È quanto è capitato a noi.
    Procedete poi all'apertura totale di questi molluschi.
    Premetto che dovrebbero essere aperti a freddo seguendo precise indicazioni.
    Io però, confesso, li ho aperti mettendoli in un tegame, appena scolati dalla loro acqua, su fiamma viva, con il coperchio. Esattamente come faccio con altri molluschi bivalvi.
    I puristi non saranno contenti ma bisogna comunque avere una manualità che a me manca. E anche il tempo.
    Durante questa fase i fasolari emettono la loro acqua che è preziosa per cuocerli. Quindi non la buttate.
    Una volta raffreddati, estraete bene ogni mollusco e mettetelo da parte.
    Se vi accorgete della presenza di sabbia, immergeteli in acqua fredda anche più volte fino a quando non rimane nessuna posa. È quello che abbiamo fatto io e mio marito con molta pazienza.
    Filtrate il liquido che sarà rimasto sul fondo del tegame. Io in genere uso un fazzoletto di stoffa adibito a questo scopo.
    A questo punto i fasolari vanno battuti con un martelletto da cucina in legno per destrutturarli e diminuire i tempi di cottura e poi tagliuzzati.
  • - Preparate il sugo.
    Affettate il porro molto fine e mettetelo in una pentola antiaderente con l'alloro e l'olio.
    Fate soffriggere su fiamma dolce per qualche minuto fino a quando il porro non diventa trasparente.
    Unite poi i fasolari, mescolate e fate insaporire.
    Versate il loro liquido e riportate a bollore.
    Tenete vicino un pentolino con acqua calda per aggiungerne, se necessario.
    Tempi di cottura: circa 20 minuti se i fasolari sono stati battuti altrimenti di più.
    A fornello spento aggiungete le erbe aromatiche e mescolate.
    Non ho salato il sugo e ho fatto bene.
  • - Quando vi accorgete che al sugo manca poco tempo fate cuocere la pasta.
    Rispettate i tempi precisati sulla confezione ma tenetela al dente.
    Scolatela molto bene.
    Trasferitela nella pentola con il sugo e mescolate con delicatezza su fiamma viva.

A tavola

  • - La pasta è pronta.
    Servitela in piatti individuali.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - Nonostante la non eccessiva freschezza e la presenza di sabbia abbiamo trovato i fasolari straordinari e la pasta buonissima.
  • - Se vi piace l'aglio aggiungetelo al soffritto di porro. Io preferisco evitarlo perché secondo me altera i sapori reali degli ingredienti.
  • - Come vi raccontavo all'inizio di questa pagina il nostro piatto è stata una novità completa perché con l'occasione abbiamo assaggiato anche una pasta speciale che abbiamo scoperto a SANA (edizione 2012). La pasta in questione viene prodotta nell'azienda biologica Flarà ed utilizza un grano duro antico, progenitore del kamut, il Saragolla (Trilicum turgidum). Detto anche "grano del faraone", deriva dall'Egitto ed era coltivato tra il XVI ed il XIX secolo nell'agro Pretuziano che attualmente corrisponde ad un'area della provincia di Teramo. Il grano Saragolla dà origine a piantine esili ma con chicchi pesanti per cui non resiste a pioggia e vento. Spesso quindi ha raccolti scarsi. Questo è stato essenzialmente il motivo per cui la sua coltivazione è stata abbandonata a vantaggio di varietà modificate e più resistenti. In anni recenti si assiste ad una riscoperta di questi grani antichi che hanno interessanti proprietà nutritive e che tra l'altro ben si prestano alla coltivazione biologica. L'azienda Flarà, i cui proprietari abbiamo conosciuto di persona, ci hanno raccomandato la pasta e la farina. La farina è macinata a pietra ed è interessante perché questo accorgimento diminuisce sicuramente il picco glicemico. La pasta è sicuramente "una signora pasta" a nostro giudizio. Abbiamo scelto di provarla con un sugo semplice perché volevamo sentirne il sapore reale. Promossa a pieni voti per noi. Il problema è trovarla. Se siete interessati vi conviene contattare i titolari che ci hanno assicurato che la spediscono in tutta Italia.
    Azienda Flarà Villa Ruzzi 14, 64030 Castel Castagna (TE) Tel 3471296743
  • - Voi potete scegliere la qualità di pasta che preferite, ovviamente.
  • - Nella fotografia abbiamo voluto affiancare un fasolaro nel suo guscio aperto per farvelo vedere crudo. Ma non è proprio il caso di guarnire e presentare la pasta in questa maniera perché il mollusco per poter essere consumato crudo ha bisogno di essere ben battuto.

Idea menu

  • - Se preparate le linguine con i fasolari per il menu in famiglia è un ottimo piatto unico a cui eventualmente far seguire un'insalata di stagione e frutta.
  • - Vi suggerisco questo tipo di pasta per un menu completo di mare perché è un primo gustoso ma il cui sapore non sovrasta quello di altri pesci, crostacei o molluschi. Si sposa benissimo con quasi tutto. (Tutti i link alle ricette più avanti). Il consiglio è di iniziare con un antipasto di mare abbastanza delicato e di scegliere pesci più saporiti per il secondo.
    Io per esempio partirei con l'insalata di mare accompagnata da crostini napoletani e altri crostini con verdure di stagione, un assortimento di olive non piccanti e magari una torta salata tagliata a pezzetti. Sceglierei come secondo qualche pesce di grossa taglia al forno sotto sale oppure il salmone.
    Essendo un menu di pesce il dolce non può essere guarnito con panna, mi raccomando. Molto bene la classica crostata di frutta.
  • - I fasolari hanno però un unico neo. Sono abbastanza costosi. E tenete presente che per fare una porzione per una persona ci vogliono circa 500 grammi di fasolari nel guscio. I fasolari hanno una resa del 30% e quindi bisogna pensarci prima di buttarsi in questa scelta. Anche se poi la porzione servita in un menu completo è sicuramente ridotta rispetto a quella che vi ho presentato.
    Per ovviare al problema potreste per esempio optare per un altro sugo per le vostre linguine. Provate a dare un'occhiata a come abbiamo condito gli gnocchi (link più avanti). I fasolari ci sono ma in quantità accettabile e va benissimo anche per le linguine.

I link utili per questa ricetta

  • - Vi rimando al sito ufficiale dedicato ai fasolari che per me è stato prezioso.
  • - Qualche giorno dopo aver preparato questa pasta, freschi dell'esperienza, abbiamo fatto anche gli gnocchi al sugo di mare.
  • - Volete sapere cosa è SANA?
  • - Ecco le ricette del menu che ho suggerito. Vi ricordo l'antipasto: insalata di mare e crostini napoletani. Se siete interessati alle torte salate, seguite il link =_^
    E infine la crostata di frutta.
    IN ogni caso è facile navigare nel nostro sito: basta ritornare alla cucina italiana. Barra di navigazione in alto!

Note di alimentazione

  • - La pasta con i fasolari è sicuramente ricca dal punto di vista dell'apporto calorico e delle proteine.
    Come ho già scritto non dovrebbe essere seguita anche da un secondo perché da sola fa pasto.
    Se avete fame vi conviene sgranocchiare qualche verdura cruda di stagione o condire un'insalata verde con pochissimo olio.
    Ovviamente il discorso è rivolto a chi può seguire un regime alimentare normale di 2000 calorie al giorno.
  • - Sconsiglio sempre l'assunzione di molluschi crudi perché potrebbero trasmettere l'epatite A.
  • - Fibre per porzione: 5 grammi

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Linguine con fasolari senza pomodoro "?

Noi abbiamo scelto il Pinot grigio della DOC Lison Paramaggiore (vino bianco del Veneto). In particolare vi segnaliamo il Pinot Grigia della ditta biologica Le Carline che a noi piace moltissimo. L'abbiamo conosciuta per caso in vacanza al mare a Caorle e quando vogliamo bere veneto non abbiamo alcun dubbio.