Rigatoni Napoletani al forno

Le ricette di casa nostra Loretta Sebastiani

La pasta ripassata al forno è una tradizione golosa nelle nostre case italiane. Questa ricetta di rigatoni napoletani al forno la preparo da molti anni e con risultati eccellenti a parere di tutti quelli che l'hanno assaggiata. È particolarmente golosa ed invitante con quelle polpettine nel sugo di pomodoro e la mozzarella. Altre idee di pasta al forno o di pastasciutta?

pasta ripassata al forno con polpettine e mozzarella
Rigatoni napoletani al forno

Ingredienti / Dosi per 6

  • Rigatoni napoletani - 500 g
  • Olio extravergine d'oliva - 5 cucchiai
  • Passata di pomodoro - 600 ml
  • Vino rosso - 150 ml
  • Erba cipollina secca - 1 cucchiaio
  • Maggiorana secca - 1 cucchiaino
  • Dragoncello secco - 1 cucchiaino
  • Alloro secco - 1 foglia
  • Pane grattugiato - 2 cucchiai
  • Prosciutto cotto a fette - 100 g
  • Mozzarella - 250 g
  • Parmigiano grattugiato, se piace
  • Sale
  •  
  • Per le polpettine
  • Fesa di di tacchino macinata - 400 g
  • Pane grattugiato - 60 g
  • Erba cipollina secca - 1 cucchiaio
  • Prezzemolo tritato - 1 cucchiaio
  • Salsa di soia - 1 cucchiaino
  • Uova - 1
  • Sale
  • Difficoltà:
    media difficoltà
  • Tempi:
    preparazione: 40 minuti
    cottura: 60 minuti
    totale: 1 ora 40 minuti
  • Quante calorie ha una porzione?
    Energia: 691 (kcal) 35 % GDA (*) - 2893 (kJ)
    Proteine: 40,2 (g) 54 % GDA
    Grassi: 25,8 (g) 36 % GDA
    Carboidrati totali: 79,6 (g) 30 % GDA
    di cui zuccheri: 7,5 (g) 8 % GDA

Consulta l'infografica dell'apporto nutritivo.

Scarica il PDF della ricetta (236 download).
oppure usa il QRCode per memorizzarlo sul tuo smartphone QRCode per scaricare il PDF della ricetta

Calcola l'apporto nutritivo delle tue pietanze con il nostro calcolatore di calorie

Ricetta rigatoni al forno

Preparazione e cottura

  • - Iniziate dalle polpettine.
    Unite in una zuppiera tutti gli ingredienti: la carne macinata, gli odori, la salsa di soia, l'uovo intero e 4 cucchiai di pane grattugiato.
    Regolate di sale e impastate con le mani.
    L'impasto deve risultare morbido.
    Ricavatene delle polpettine delle dimensioni di un'oliva e passatele nel pane grattugiato.
  • - Preparate il sugo.
    Disponete le polpettine in un tegame largo con 4 cucchiai di olio d'oliva.
    Fatele soffriggere a fiamma dolce per qualche minuto girandole delicatamente con un cucchiaio di legno in modo da non rovinarle.
    A questo punto aggiungete, lontano dal fuoco, la salsa di pomodoro, l'alloro, la maggiorana e il vino.
    Regolate di sale e continuate a cuocere, senza aggiungere acqua, su fiamma dolce fino a quando il vino non è evaporato.
    Il sugo non deve cuocere a lungo.
    A fornello spento aggiungete anche il dragoncello e l'erba cipollina e mescolate.
  • - Contemporaneamente cuocete i rigatoni in abbondante acqua salata e scolateli molto al dente in quanto la cottura dovrà essere completata in forno.
    Condite la pasta con metà del sugo preparato ed eventualmente qualche cucchiaiata di parmigiano grattugiato.
  • - Preparate la teglia per il forno.
    Preriscaldate il forno a 180°C.
    Ungete una pirofila da forno con l'ultimo cucchiaio di olio e spolverizzatela con il pane grattugiato.
    Disponete un primo strato di pasta e ricopritela con il prosciutto, qualche cucchiaio di sugo e la mozzarella tagliata a dadini o grattugiata.
    Proseguite alternando la pasta con il prosciutto, il sugo e la mozzarella fino ad esaurire la pasta.
    Lasciate un po' di mozzarella e di sugo per la superficie del timballo.
  • - Infornate per 20 minuti o fino a quando la mozzarella non si è ben sciolta e non si è formata una crosticina.

A tavola

  • - Lasciate la pasta fuori dal forno per qualche minuto.
    Servite la pasta calda, non bollente.

Suggerimenti

Consigli utili

  • - L'esperienza insegna e con il tempo, dalla prima stesura della ricetta, ho imparato che il risultato è ancora migliore se grattugio la mozzarella invece di tagliarla a dadini.
  • - Altro suggerimento utile. Tagliate a listerelle il prosciutto per poter fare le porzioni più facilmente.
  • - Potete preparare la pasta in anticipo e completare la preparazione con la cottura al forno poco prima di servire.

Idea menu

  • - Il piatto è molto ricco e può costituire da solo l'intero pranzo con l'aggiunta di verdure crude di stagione e frutta fresca se lo preparate per esempio per una domenica a pranzo.
  • - I rigatoni al forno come tutte le paste elaborate è particolarmente ricco dal punto di vista nutritivo e si deve scegliere solo in particolari circostanze. Rappresenta sicuramente uno strappo alla regola, ma che strappo! è buonissimo ed è una validissima scelta per un menu importante.
  • - Nel caso di un menu completo per un'occasione particolare ovviamente le dosi sono per un numero molto maggiore di persone (almeno il doppio).
    A proposito del menu completo io suggerirei, vista l'importanza del piatto e i tanti ingredienti, che i rigatoni potrebbero essere i veri protagonisti e romperei il classico schema all'italiana con la successione delle portate dall'antipasto al dolce.
    Mi regolererei così visto che nella pasta ci sono già formaggio e prosciutto. Preparerei un piatto assortito di olive ascolane, pomodorini perini divisi a metà e scavati ripieni di acciuga e prezzemolo, caponata, crostini toscani e uno sformato di verdure. Verdure da scegliere a seconda della stagionalità. Nella sezione dedicata alle verdure troverete sicuramente quanto più vi può piacere. Dagli sformatini con i fiori di zucca ai flan di cavolfiore, dagli sformatini di cime di rapa alle mini frittate di lenticchie. Poi servirei i rigatoni al forno rispettando le porzioni che suggerisco e chiuderei con un dolce. Crostata d mele in inverno, crostata di frutta fresca o crostata di ciliegie in primavera, castagnaccio in autunno.
    Se invece volete un suggerimento per un menu completo potete dare un'occhiata al menu che suggerisco nella pagina dedicata alla crostata di frutta.

Note di alimentazione

  • - L'apporto nutritivo non tiene conto del parmigiano.
  • - Basta leggere i numeri di calorie e grassi per capire che i rigatoni al forno non possono essere una scelta abituale nel nostro menu. Una singola porzione supera anche tutto ciò che è suggerito dai nutrizionisti per una dieta bilanciata ed equilibrata.
    Molto diversa la situazione se si fa molta attività fisica e quindi si può seguire una dieta giornaliera superiore alle 2000 kCal.

Loretta

Qual è il vino giusto per la ricetta " Rigatoni Napoletani al forno "?

Per me e mio marito il Dolcetto d'Asti (vino rosso del Piemonte) è l'abbinamento migliore per questa pasta al forno.